Lo studio intende esaminare le differenze esistenti tra bulli, vittime, bulli-vittime e non coinvolti nel bullismo in relazione alla dimensione psicologica del locus of control e ad alcune aree dell’autostima: globale, interpersonale, scolastica, familiare. A un campione di 197 alunni di scuola primaria (99 maschi e 98 femmine; fascia di età: 8-12 anni) sono stati somministrati la Nowicki-Strickland locus of control Scale (Nowicki, Strickland, 1973), per rilevare l’esternalità del locus of control, il questionario “Cosa penso di me” (Five-Scale Test of Self-Esteem for Children) (Pope, McHale, Craighead, 1988) per misurare l’autostima in aree diverse e il questionario “Io e i miei compagni” (Caravita, 2004), utilizzato per individuare un gruppo di bulli, un gruppo di vittime e un gruppo di bulli-vittime posti a confronto tra loro e in relazione a tre gruppi di controllo di compagni non coinvolti, appaiati per sesso ed età. I dati raccolti hanno evidenziato il ruolo del bullo-vittima come quello caratterizzato dal maggiore disagio e hanno rilevato differenze dei ruoli di prevaricazione tra loro e rispetto ai gruppi di controllo. Parole chiave: bullismo, autostima, locus of control, attribuzione.

Caravita, S. C. S., Locus of control e autostima in bambini italiani di scuola primaria autori e oggetto di prevaricazioni, <<RASSEGNA DI PSICOLOGIA>>, 2005; (14): 77-94 [http://hdl.handle.net/10807/29595]

Locus of control e autostima in bambini italiani di scuola primaria autori e oggetto di prevaricazioni

Caravita, Simona Carla Silvia
2007

Abstract

Lo studio intende esaminare le differenze esistenti tra bulli, vittime, bulli-vittime e non coinvolti nel bullismo in relazione alla dimensione psicologica del locus of control e ad alcune aree dell’autostima: globale, interpersonale, scolastica, familiare. A un campione di 197 alunni di scuola primaria (99 maschi e 98 femmine; fascia di età: 8-12 anni) sono stati somministrati la Nowicki-Strickland locus of control Scale (Nowicki, Strickland, 1973), per rilevare l’esternalità del locus of control, il questionario “Cosa penso di me” (Five-Scale Test of Self-Esteem for Children) (Pope, McHale, Craighead, 1988) per misurare l’autostima in aree diverse e il questionario “Io e i miei compagni” (Caravita, 2004), utilizzato per individuare un gruppo di bulli, un gruppo di vittime e un gruppo di bulli-vittime posti a confronto tra loro e in relazione a tre gruppi di controllo di compagni non coinvolti, appaiati per sesso ed età. I dati raccolti hanno evidenziato il ruolo del bullo-vittima come quello caratterizzato dal maggiore disagio e hanno rilevato differenze dei ruoli di prevaricazione tra loro e rispetto ai gruppi di controllo. Parole chiave: bullismo, autostima, locus of control, attribuzione.
ita
Caravita, S. C. S., Locus of control e autostima in bambini italiani di scuola primaria autori e oggetto di prevaricazioni, <>, 2005; (14): 77-94 [http://hdl.handle.net/10807/29595]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/29595
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact