l'ARTICOLO INTRODUCE una serie di contributi dedicati al rapporto tra scuola e società, tematica al centro di un filone di studi (la sociologia dell’educazione) che vanta una tradizione non antichissima ma sicuramente consolidata sia in Europa sia negli USA a partire dagli anni ‘40 e 50’ del secolo scorso. E’ in quel periodo che il sistema scolastico iniziò la trasformazione strutturale e funzionale da apparato di controllo burocratico e cognitivo a luogo educativo, o meglio ad agenzia di socializzazione, per rispondere ai bisogni di una società che cambiava volto in seguito ai processi di industrializzazione e di urbanizzazione: la società di massa. Tale rapporto non è stato per la verità sempre lineare e ottimale, essendo la scuola passata attraverso numerose fasi critiche, a causa sia di spinte esterne (domanda sociale, critica ai metodi tradizionali, disoccupazione giovanile, ecc.) sia di collassi interni (problemi di rendimento degli allievi, dispersione scolastica, crisi del ruolo insegnante, ecc.).Le aree di attenzione saranno: I cambiamenti in atto nel sistema scolastico-formativo; Le sfide per gli insegnanti; Definizione e costruzione sociale del ruolo insegnante: il compito della formazione; Il disagio scolastico e il fenomeno della dispersione; La funzione delle reti sociali: scelta scolastica e successo formativo; Le sfide dell’innovazione: multiculturalità e multimedialità.

Colombo, M., Scuola e società:la sfida del cambiamento, <<SCUOLA E DIDATTICA>>, 2007; (1): 15-20 [http://hdl.handle.net/10807/28220]

Scuola e società:la sfida del cambiamento

Colombo, Maddalena
2007

Abstract

l'ARTICOLO INTRODUCE una serie di contributi dedicati al rapporto tra scuola e società, tematica al centro di un filone di studi (la sociologia dell’educazione) che vanta una tradizione non antichissima ma sicuramente consolidata sia in Europa sia negli USA a partire dagli anni ‘40 e 50’ del secolo scorso. E’ in quel periodo che il sistema scolastico iniziò la trasformazione strutturale e funzionale da apparato di controllo burocratico e cognitivo a luogo educativo, o meglio ad agenzia di socializzazione, per rispondere ai bisogni di una società che cambiava volto in seguito ai processi di industrializzazione e di urbanizzazione: la società di massa. Tale rapporto non è stato per la verità sempre lineare e ottimale, essendo la scuola passata attraverso numerose fasi critiche, a causa sia di spinte esterne (domanda sociale, critica ai metodi tradizionali, disoccupazione giovanile, ecc.) sia di collassi interni (problemi di rendimento degli allievi, dispersione scolastica, crisi del ruolo insegnante, ecc.).Le aree di attenzione saranno: I cambiamenti in atto nel sistema scolastico-formativo; Le sfide per gli insegnanti; Definizione e costruzione sociale del ruolo insegnante: il compito della formazione; Il disagio scolastico e il fenomeno della dispersione; La funzione delle reti sociali: scelta scolastica e successo formativo; Le sfide dell’innovazione: multiculturalità e multimedialità.
Italiano
Colombo, M., Scuola e società:la sfida del cambiamento, <<SCUOLA E DIDATTICA>>, 2007; (1): 15-20 [http://hdl.handle.net/10807/28220]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/28220
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact