Le telecomunicazioni sono state per lungo tempo considerate un servizio pubblico essenziale ai sensi dell'art. 43 della Costituzione. Il che legittimava la riserva di gestione a favore dello Stato. L'evoluzione della tecnologia e i principi comunitari sulla concorrenza e sui servizi di interesse economico generale hanno rotto il sistema monopolistico dello Stato consentendo l'accesso dei privati al mercato delle telecomunicazioni. Il contributo esamina il delicato passaggio alla liberalizzazione di questo particolare settore.

Caldirola, D., Problemi attuali:aspetti giuridici della liberalizzazione nelle telecomunicazioni, <<ECONOMIA PUBBLICA>>, 1996; 1996 (4): 121-135 [http://hdl.handle.net/10807/27798]

Problemi attuali:aspetti giuridici della liberalizzazione nelle telecomunicazioni

Caldirola, Debora
1996

Abstract

Le telecomunicazioni sono state per lungo tempo considerate un servizio pubblico essenziale ai sensi dell'art. 43 della Costituzione. Il che legittimava la riserva di gestione a favore dello Stato. L'evoluzione della tecnologia e i principi comunitari sulla concorrenza e sui servizi di interesse economico generale hanno rotto il sistema monopolistico dello Stato consentendo l'accesso dei privati al mercato delle telecomunicazioni. Il contributo esamina il delicato passaggio alla liberalizzazione di questo particolare settore.
Italiano
Caldirola, D., Problemi attuali:aspetti giuridici della liberalizzazione nelle telecomunicazioni, <<ECONOMIA PUBBLICA>>, 1996; 1996 (4): 121-135 [http://hdl.handle.net/10807/27798]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/27798
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact