Various models of strong notions of subjectivity have been elaborated throughout modernity, from rationalism to idealism, and these notions were able to face the changing of cultures and ages. On the other hand, postmodern seems to be the age that calls into question the modern notion of subject and the possibility throughout history to give life a meaning and to give actions an orientation. In particular, postmodern has led to rethinking the notion of person, which can be no longer considered as unity of substance, equality or convention. This is the context where Ricoeur’s proposal is set. The author suggests that the notion of identity must be reconsidered, starting from its historical formulations and from the criticism that postmodern has moved to every classical notion of subject. Ricoeur then indicates a notion of narrative identity, which is engraved in personal stories and in their relations within a common history. This becomes a category of ontology of praxis. Human identity expresses itself as permanence in time, faithfulness to a promise, participation in a common origin, which allows experiences and responsible choices in the narrations, that it is able to generate and share.

La modernità ha elaborato nozioni forti di soggettività esposte in vari modelli, dal razionalismo all’idealismo, in grado di confrontarsi con il mutare delle epoche e delle culture. Il postmoderno si caratterizza invece come l’epoca che mette in crisi il soggetto moderno e che non crede più nella capacità della storia di conferire un senso all’esistenza e un orientamento alle azioni. In particolare il postmoderno ha costretto a ripensare la nozione di persona, non più concepibile come unità di sostanza, uguaglianza o convenzione. In tale contesto si inserisce la proposta di Ricoeur di ripensare la nozione di identità tenendo conto delle sue formulazioni storiche e anche delle critiche a cui il postmoderno ha sottoposto ogni classica nozione di soggetto. Viene quindi indicata una nozione di identità narrativa che rimane fissata nelle storie personali e nelle loro relazioni all’interno di una storia comune, diventando una categoria di ontologia della prassi. L’identità umana si esprime perciò come permanenza nel tempo, fedeltà alla parola data, partecipazione a una origine comune che permette esperienze e scelte responsabili nei racconti che è in grado di generare e condividere.

Marassi, M., La post-modernità e il soggetto del racconto, <<COMPRENDRE>>, 2011; 13 (1): 67-91 [http://hdl.handle.net/10807/2761]

La post-modernità e il soggetto del racconto

Marassi, Massimo
2011

Abstract

La modernità ha elaborato nozioni forti di soggettività esposte in vari modelli, dal razionalismo all’idealismo, in grado di confrontarsi con il mutare delle epoche e delle culture. Il postmoderno si caratterizza invece come l’epoca che mette in crisi il soggetto moderno e che non crede più nella capacità della storia di conferire un senso all’esistenza e un orientamento alle azioni. In particolare il postmoderno ha costretto a ripensare la nozione di persona, non più concepibile come unità di sostanza, uguaglianza o convenzione. In tale contesto si inserisce la proposta di Ricoeur di ripensare la nozione di identità tenendo conto delle sue formulazioni storiche e anche delle critiche a cui il postmoderno ha sottoposto ogni classica nozione di soggetto. Viene quindi indicata una nozione di identità narrativa che rimane fissata nelle storie personali e nelle loro relazioni all’interno di una storia comune, diventando una categoria di ontologia della prassi. L’identità umana si esprime perciò come permanenza nel tempo, fedeltà alla parola data, partecipazione a una origine comune che permette esperienze e scelte responsabili nei racconti che è in grado di generare e condividere.
Italiano
Marassi, M., La post-modernità e il soggetto del racconto, <<COMPRENDRE>>, 2011; 13 (1): 67-91 [http://hdl.handle.net/10807/2761]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/2761
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact