Il testamento biologico, un cavallo di Troia