Lo studio di alcune operette di argomento didattico letterario dimostra la fondamentale valenza etica che Federico Borromeo assegnava alla scrittura. Il cardinale si colloca lungo la tradizione ciceroniana e rinascimentale, arrestandosi di fronte agli sviluppi che la scrittura poetica, ingegnosa e retoricamente elaborata, assumerà in ambito barocco. Nella seconda parte del saggio si considerano un gruppo di testi federiciani che trattano della deontologia dello scrittore e quindi si illustrano le relazioni intrattenute dal cardinale con alcuni letterati suoi contemporanei.

Ferro, R., L'esercizio dalla scrittura nel pensiero di Federico Borromeo, <<STUDIA BORROMAICA>>, 2002; (16): 215-243 [http://hdl.handle.net/10807/23418]

L'esercizio dalla scrittura nel pensiero di Federico Borromeo

Ferro, Roberta
2002

Abstract

Lo studio di alcune operette di argomento didattico letterario dimostra la fondamentale valenza etica che Federico Borromeo assegnava alla scrittura. Il cardinale si colloca lungo la tradizione ciceroniana e rinascimentale, arrestandosi di fronte agli sviluppi che la scrittura poetica, ingegnosa e retoricamente elaborata, assumerà in ambito barocco. Nella seconda parte del saggio si considerano un gruppo di testi federiciani che trattano della deontologia dello scrittore e quindi si illustrano le relazioni intrattenute dal cardinale con alcuni letterati suoi contemporanei.
Italiano
Ferro, R., L'esercizio dalla scrittura nel pensiero di Federico Borromeo, <>, 2002; (16): 215-243 [http://hdl.handle.net/10807/23418]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/23418
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact