Montagne umane e uomini-montagna. Dall'Aspromonte di Alvaro al Sempione di Vittorini