La Laurea Magistrale della classe LM85Bis è il percorso di formazione che prepara e abilita gli insegnanti per le scuole dell’infanzia e primaria nel quale, all’educazione motoria, viene attribuito uno spazio limitato a 9 CFU nei cinque anni di corso. Ne derivano un numero contenuto di ore di didattica e una formazione degli insegnanti nell’ambito motorio inadeguata per garantire ai bambini dai 3 agli 11 anni le auspicabili conoscenze e competenze motorio-sportive. Attualmente nella scuola primaria l’Educazione Motoria viene ancora poco valorizzata. Da molti anni si discute sulla opportunità di inserire nella scuola primaria la figura del laureato in scienze motorie che, negli innumerevoli disegni di legge peraltro mai giunti ad una approvazione definitiva, era pensata ora per supportare il maestro generalista ora per sostituirlo in toto nel corso delle ore dedicate all’educazione motoria. Queste evidenze hanno indotto il MIUR a promuovere un iter legislativo volto all’inserimento della nuova figura del laureato in scienze motorie all’interno della scuola primaria. Una prima proposta di decreto legge è stata approvata a grande maggioranza dalla Camera dei Deputati in data 18/12/2018 nell’attesa che possa superare l’esame del Senato della Repubblica. In data più recente con il disegno di legge approvato dal Senato della Repubblica il 24/12/2021 viene introdotto l’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, nelle classi quarte e quinte, da parte di docenti forniti di idoneo titolo di studio e dell’iscrizione nella correlata classe di concorso “Scienze motorie e sportive nella scuola primaria". Tutte le competenze per insegnare una educazione motoria di qualità e per formare i futuri insegnanti possono essere costruite all’interno degli ordinamenti didattici di due corsi di laurea attivi nelle università italiane: il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria (LM85bis) e il Corso di laurea triennale in Scienze Motorie (L22).

Casolo, F., Coco, D., Verso una educazione motoria di qualità nel percorso di formazione iniziale degli insegnanti nella scuola dell’infanzia e primaria, in Massimiliano Fiorucc, M. F., Elena Zizioli. (ed.), La formazione degli insegnanti: problemi, prospettive e proposte per una scuola di qualità e aperta a tutti e tutte, Pensa MultiMedia, Lecce 2022: 73- 77 [https://hdl.handle.net/10807/222493]

Verso una educazione motoria di qualità nel percorso di formazione iniziale degli insegnanti nella scuola dell’infanzia e primaria

Casolo, Francesco
;
2022

Abstract

La Laurea Magistrale della classe LM85Bis è il percorso di formazione che prepara e abilita gli insegnanti per le scuole dell’infanzia e primaria nel quale, all’educazione motoria, viene attribuito uno spazio limitato a 9 CFU nei cinque anni di corso. Ne derivano un numero contenuto di ore di didattica e una formazione degli insegnanti nell’ambito motorio inadeguata per garantire ai bambini dai 3 agli 11 anni le auspicabili conoscenze e competenze motorio-sportive. Attualmente nella scuola primaria l’Educazione Motoria viene ancora poco valorizzata. Da molti anni si discute sulla opportunità di inserire nella scuola primaria la figura del laureato in scienze motorie che, negli innumerevoli disegni di legge peraltro mai giunti ad una approvazione definitiva, era pensata ora per supportare il maestro generalista ora per sostituirlo in toto nel corso delle ore dedicate all’educazione motoria. Queste evidenze hanno indotto il MIUR a promuovere un iter legislativo volto all’inserimento della nuova figura del laureato in scienze motorie all’interno della scuola primaria. Una prima proposta di decreto legge è stata approvata a grande maggioranza dalla Camera dei Deputati in data 18/12/2018 nell’attesa che possa superare l’esame del Senato della Repubblica. In data più recente con il disegno di legge approvato dal Senato della Repubblica il 24/12/2021 viene introdotto l’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, nelle classi quarte e quinte, da parte di docenti forniti di idoneo titolo di studio e dell’iscrizione nella correlata classe di concorso “Scienze motorie e sportive nella scuola primaria". Tutte le competenze per insegnare una educazione motoria di qualità e per formare i futuri insegnanti possono essere costruite all’interno degli ordinamenti didattici di due corsi di laurea attivi nelle università italiane: il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria (LM85bis) e il Corso di laurea triennale in Scienze Motorie (L22).
Italiano
La formazione degli insegnanti: problemi, prospettive e proposte per una scuola di qualità e aperta a tutti e tutte
9788867609444
Pensa MultiMedia
Casolo, F., Coco, D., Verso una educazione motoria di qualità nel percorso di formazione iniziale degli insegnanti nella scuola dell’infanzia e primaria, in Massimiliano Fiorucc, M. F., Elena Zizioli. (ed.), La formazione degli insegnanti: problemi, prospettive e proposte per una scuola di qualità e aperta a tutti e tutte, Pensa MultiMedia, Lecce 2022: 73- 77 [https://hdl.handle.net/10807/222493]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/222493
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact