Il 2020 ha rappresentato, per il mondo intero, un periodo storico unico per le gene-razioni che lo hanno abitato, caratterizzato dalla coesistenza simultanea di molteplici dimensioni contrapposte. La pandemia globale da Covid-19, infatti, ci ha posto di fronte ad un tempo immobile e, insieme, prospettico; sospeso ma pure denso di speranze; di isolamento sociale da un lato, dunque non auto-governato, e di iperattività emotiva e profonda riscoperta dell’altro; di staticità e provocazione al contempo. La situazione di emergenza ha imposto (e continua ad imporre) a ciascuno di noi l’attivazione di risposte coerenti e propositive, dunque resilienti, nelle relazioni con il sé e con l’altro da sé, attraverso la ristrutturazione del tempo e dello spazio cui era-vamo abituati. Un movimento coatto di trasformazione che non ha risparmiato nessuno, tantomeno i bambini: basti pensare che, solo in Italia, hanno interrotto la scuola 9.040.000 tra bambini e ragazzi e oltre un milione di bimbi dei nidi e dei Servizi educa-tivi della prima infanzia (Save the Children 2020).

Maggiolini, S., Amatori, G., Sannipoli, M., Servizi per l'infanzia e pedagogia dell'emergenza. La situazione durante il COVID 19, in Gianluca Amatori, S. M. (ed.), Pedagogia speciale per la prima infanzia. Politiche, famiglie, servizi, Pearson, Milano 2021: 213- 230 [http://hdl.handle.net/10807/214990]

Servizi per l'infanzia e pedagogia dell'emergenza. La situazione durante il COVID 19

Maggiolini, Silvia;
2021

Abstract

Il 2020 ha rappresentato, per il mondo intero, un periodo storico unico per le gene-razioni che lo hanno abitato, caratterizzato dalla coesistenza simultanea di molteplici dimensioni contrapposte. La pandemia globale da Covid-19, infatti, ci ha posto di fronte ad un tempo immobile e, insieme, prospettico; sospeso ma pure denso di speranze; di isolamento sociale da un lato, dunque non auto-governato, e di iperattività emotiva e profonda riscoperta dell’altro; di staticità e provocazione al contempo. La situazione di emergenza ha imposto (e continua ad imporre) a ciascuno di noi l’attivazione di risposte coerenti e propositive, dunque resilienti, nelle relazioni con il sé e con l’altro da sé, attraverso la ristrutturazione del tempo e dello spazio cui era-vamo abituati. Un movimento coatto di trasformazione che non ha risparmiato nessuno, tantomeno i bambini: basti pensare che, solo in Italia, hanno interrotto la scuola 9.040.000 tra bambini e ragazzi e oltre un milione di bimbi dei nidi e dei Servizi educa-tivi della prima infanzia (Save the Children 2020).
Italiano
Pedagogia speciale per la prima infanzia. Politiche, famiglie, servizi
9788891909596
Pearson
Maggiolini, S., Amatori, G., Sannipoli, M., Servizi per l'infanzia e pedagogia dell'emergenza. La situazione durante il COVID 19, in Gianluca Amatori, S. M. (ed.), Pedagogia speciale per la prima infanzia. Politiche, famiglie, servizi, Pearson, Milano 2021: 213- 230 [http://hdl.handle.net/10807/214990]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/214990
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact