Martin Amis/ La letteratura 'totale' che smonta l'ideologia e torna alle cose