Nel breve arco temporale che va dal dicembre 2016 al dicembre 2020 si è assistito ad avvenimenti che hanno condizionato lo scenario economico, sia relativamente al contesto globale che a quello più direttamente riconducibile all’Area dell’euro, tali da indurre il Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea (CdBCE) a rimodulare il proprio atteggiamento - per quanto di competenza della politica monetaria - assumendo e motivando le misure operative ritenute più opportune come annunciato nelle riunioni di politica monetaria della Banca . Infatti, come rilevabile nell’Appendice di questo lavoro in cui si opera una sintetica ricostruzione dei principali eventi e atti che hanno caratterizzato l’attività del CdBCE, tra il dicembre 2016 e la metà 2018 si è assistito all’attenuarsi dei rischi al ribasso per l’economia globale e dell’Area dell’euro, cui la BCE ha dato seguito prospettando un’attenuazione delle misure severe in atto sin da metà 2014. Successivamente, nell’estate 2019, lo scenario è radicalmente mutato a causa degli insoddisfacenti risultati sul fronte della crescita dell’inflazione che hanno indotto la BCE a tornare sui suoi passi per ricalibrare le misure a sostegno dell’economia dell’area euro; misure che sono state ulteriormente rafforzate, da marzo 2020, allorquando si sono manifestati i primi segnali della crisi pandemica che, da quel momento, avrebbe mostrato tutta la sua gravità. Il lavoro che segue intende delineare l’evoluzione quantitativa delle voci del bilancio della BCE a seguito delle decisioni del CdBCE riguardanti le operazioni di politica monetaria condotte nel periodo e degli aggregati di liquidità da esse desumibili (paragrafo 1); esaminare il portafoglio titoli della BCE a seguito dell’adozione delle misure di sostegno all’economia colpita dalla pandemia (paragrafo 2); analizzare il bilancio e il portafoglio di titoli pubblici dei sistemi bancari dei principali paesi dell’area euro e dei cosiddetti “investitori esteri” (paragrafo 3); esporre i risultati dell’esame delle caratteristiche tecniche dei titoli del debito pubblico negoziabile dei più importanti Paesi dell’Area dell’euro con l’obiettivo di individuare una possibile struttura prevalente (o comune) di titolo pubblico (paragrafo 4).

Banfi, A., Pasquali, D., Operazioni di politica monetaria, liquidità e rischio sovrano nell'Area dell'euro, <<OSSERVATORIO MONETARIO>>, 2021; (1): 3-15 [http://hdl.handle.net/10807/183944]

Operazioni di politica monetaria, liquidità e rischio sovrano nell'Area dell'euro

Banfi, Alberto;Pasquali, Di
2021

Abstract

Nel breve arco temporale che va dal dicembre 2016 al dicembre 2020 si è assistito ad avvenimenti che hanno condizionato lo scenario economico, sia relativamente al contesto globale che a quello più direttamente riconducibile all’Area dell’euro, tali da indurre il Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea (CdBCE) a rimodulare il proprio atteggiamento - per quanto di competenza della politica monetaria - assumendo e motivando le misure operative ritenute più opportune come annunciato nelle riunioni di politica monetaria della Banca . Infatti, come rilevabile nell’Appendice di questo lavoro in cui si opera una sintetica ricostruzione dei principali eventi e atti che hanno caratterizzato l’attività del CdBCE, tra il dicembre 2016 e la metà 2018 si è assistito all’attenuarsi dei rischi al ribasso per l’economia globale e dell’Area dell’euro, cui la BCE ha dato seguito prospettando un’attenuazione delle misure severe in atto sin da metà 2014. Successivamente, nell’estate 2019, lo scenario è radicalmente mutato a causa degli insoddisfacenti risultati sul fronte della crescita dell’inflazione che hanno indotto la BCE a tornare sui suoi passi per ricalibrare le misure a sostegno dell’economia dell’area euro; misure che sono state ulteriormente rafforzate, da marzo 2020, allorquando si sono manifestati i primi segnali della crisi pandemica che, da quel momento, avrebbe mostrato tutta la sua gravità. Il lavoro che segue intende delineare l’evoluzione quantitativa delle voci del bilancio della BCE a seguito delle decisioni del CdBCE riguardanti le operazioni di politica monetaria condotte nel periodo e degli aggregati di liquidità da esse desumibili (paragrafo 1); esaminare il portafoglio titoli della BCE a seguito dell’adozione delle misure di sostegno all’economia colpita dalla pandemia (paragrafo 2); analizzare il bilancio e il portafoglio di titoli pubblici dei sistemi bancari dei principali paesi dell’area euro e dei cosiddetti “investitori esteri” (paragrafo 3); esporre i risultati dell’esame delle caratteristiche tecniche dei titoli del debito pubblico negoziabile dei più importanti Paesi dell’Area dell’euro con l’obiettivo di individuare una possibile struttura prevalente (o comune) di titolo pubblico (paragrafo 4).
Italiano
Banfi, A., Pasquali, D., Operazioni di politica monetaria, liquidità e rischio sovrano nell'Area dell'euro, <<OSSERVATORIO MONETARIO>>, 2021; (1): 3-15 [http://hdl.handle.net/10807/183944]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/183944
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact