The article discusses the problem of transfer pricing policies in multinational groups and their impact on the value of groups themselves. This is a strategic issue for groups operating in different countries, due to the complexities and opportunities generated by intercompany relationships on an international scale, as well as to the frequently relevant values of real and financial intercompany flows, giving rise to an Internal Financial System (IFS) within the group. Transfer pricing policies can play an increasingly important role in optimal choices within the IFS, when market imperfections and organizational factors are at play. In particular, in fixing the optimal level of transfer prices, multinationals shall consider: tax and customs duties imperfections; effects of suboptimal internal production allocation decisions; the specific decisional structure of the group (centralized or decentralized) and its implications on possible conflicts and on the need of suitable measures of performance for local managers. A conceptual model for guiding decision, in terms of market value of the group in a multiperiod perspective, is proposed, in which management and monitoring costs of the conflict between central and local management are also considered.

L'articolo discute il problema delle politiche di transfer pricing nei gruppi multinazionali e del loro impatto sul valore dei gruppi stessi. Si tratta di una questione strategica per gruppi che operino in nazioni differenti, a causa delle complessità e delle opportunità generate dalle relazioni infragruppo in una prospettiva internazionale, nonché dei valori spesso rilevanti dei flussi reali e finanziari intercompany, che danno luogo a un Sistema Finanziario Interno (SFI) nel gruppo. Le politiche di transfer pricing possono svolgere un ruolo particolarmente importante nella ricerca di scelte ottimali all'interno del SFI, in presenza di imperfezioni di mercato e di fattori organizzativi. In particolare, nel determinare il livello ottimale dei prezzi di trasferimento, le multinazionali dovranno considerare: imperfezioni fiscali e tariffarie; effetti di decisioni subottimali di allocazione interna delle produzioni; la struttura decisionale specifica del gruppo (centralizzata o decentrata) e le sue implicazioni su possibili conflitti e sulla necessità di adeguate misurazioni della performance dei manager periferici. Viene proposto un modello concettuale per guidare le decisioni, in termini di valore di mercato del gruppo in un orizzonte multiperiodale, nel quale sono considerati anche i costi di gestione e di monitoraggio del conflitto tra manager centrali e periferici.

Marchesi, A., Massimo, Z., Politiche di transfer pricing e valore del gruppo multinazionale, <<PROBLEMI DI GESTIONE DELL'IMPRESA>>, 2001; 2001 (30): 111-138 [http://hdl.handle.net/10807/181992]

Politiche di transfer pricing e valore del gruppo multinazionale

Marchesi, Alberto
Primo
Writing – Original Draft Preparation
;
2001

Abstract

L'articolo discute il problema delle politiche di transfer pricing nei gruppi multinazionali e del loro impatto sul valore dei gruppi stessi. Si tratta di una questione strategica per gruppi che operino in nazioni differenti, a causa delle complessità e delle opportunità generate dalle relazioni infragruppo in una prospettiva internazionale, nonché dei valori spesso rilevanti dei flussi reali e finanziari intercompany, che danno luogo a un Sistema Finanziario Interno (SFI) nel gruppo. Le politiche di transfer pricing possono svolgere un ruolo particolarmente importante nella ricerca di scelte ottimali all'interno del SFI, in presenza di imperfezioni di mercato e di fattori organizzativi. In particolare, nel determinare il livello ottimale dei prezzi di trasferimento, le multinazionali dovranno considerare: imperfezioni fiscali e tariffarie; effetti di decisioni subottimali di allocazione interna delle produzioni; la struttura decisionale specifica del gruppo (centralizzata o decentrata) e le sue implicazioni su possibili conflitti e sulla necessità di adeguate misurazioni della performance dei manager periferici. Viene proposto un modello concettuale per guidare le decisioni, in termini di valore di mercato del gruppo in un orizzonte multiperiodale, nel quale sono considerati anche i costi di gestione e di monitoraggio del conflitto tra manager centrali e periferici.
Italiano
Marchesi, A., Massimo, Z., Politiche di transfer pricing e valore del gruppo multinazionale, <>, 2001; 2001 (30): 111-138 [http://hdl.handle.net/10807/181992]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/181992
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact