Gerolamo, testimone della 'rusticitas' aquileiese