Termini formali e non formali. Quali criteri di distinzione?