The socio-economic crisis resulting for the coronavirus pandemic function as a magnifying glass that brings to light and enhances the inequalities and contradictions that characterize even the most advanced countries, including Italy. In other words, inequalities and contradictions are not a novelty, but now, since they have been widened and brought out of the shadow, they claim to be taken into account and overcome. Among these, the “woman question” stands out, pushing the issue of gender equity to the very center of the political and social agenda. The article sheds light on the risks and opportunities of coronavirus crisis with particular regard to equal opportunities and work-life balance, by proposing Milan as a case-study.

La pandemia e la crisi che ne è derivata funzionano come una lente di ingrandimento che porta alla luce e amplifica le disuguaglianze e le contraddizioni che caratterizzano anche i Paesi cosiddetti più avanzati, incluso il nostro. Come a dire: le disuguaglianze e le contraddizioni esistevano prima della pandemia, non sono delle novità, ma ora, che si sono rafforzate e uscite dall’ombra, reclamano di essere prese considerazione e superate. Tra queste, spicca la “questione femminile” che spinge al centro dell’agenda politica e sociale il tema dell’equità di genere. L’articolo getta una luce sulle opportunità e i rischi di questa fase di crisi, partendo dall’esperienza di Milano, capitale del lavoro femminile, soffermandosi in particolare sul tema della conciliazione vita-lavoro.

Lodigiani, R., Non solo pari opportunità: Milano laboratorio di politiche per l’equità di genere, <<LAVORO, DIRITTI, EUROPA>>, 2020; (3): 1-15 [http://hdl.handle.net/10807/165539]

Non solo pari opportunità: Milano laboratorio di politiche per l’equità di genere

Rosangela Lodigiani
2020

Abstract

La pandemia e la crisi che ne è derivata funzionano come una lente di ingrandimento che porta alla luce e amplifica le disuguaglianze e le contraddizioni che caratterizzano anche i Paesi cosiddetti più avanzati, incluso il nostro. Come a dire: le disuguaglianze e le contraddizioni esistevano prima della pandemia, non sono delle novità, ma ora, che si sono rafforzate e uscite dall’ombra, reclamano di essere prese considerazione e superate. Tra queste, spicca la “questione femminile” che spinge al centro dell’agenda politica e sociale il tema dell’equità di genere. L’articolo getta una luce sulle opportunità e i rischi di questa fase di crisi, partendo dall’esperienza di Milano, capitale del lavoro femminile, soffermandosi in particolare sul tema della conciliazione vita-lavoro.
Italiano
Lodigiani, R., Non solo pari opportunità: Milano laboratorio di politiche per l’equità di genere, <>, 2020; (3): 1-15 [http://hdl.handle.net/10807/165539]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lodigiani-Non_solo_pari_opportunità-DDL-art-1_1.pdf

accesso aperto

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 475.32 kB
Formato Adobe PDF
475.32 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/165539
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact