Modernismo e Blondel nelle riflessioni del giovane Stefanini