Il saggio, inserito nel Rapporto Giovani 2020, presenta i risultati di un'indagine realizzata con metodo Cawi nel mese di novembre 2019 su un campione di 1999 giovani adulti di età compresa tra i 19 e i 34 anni. Il lavoro parte da una mappatura dei beni tecnologici e degli accessi ai diversi servizi e piattaforme gratuite e a pagamento, prosegue poi con una ricognizione delle diverse tipologie di consumi sotto il profilo del valore attribuito e della frequenza effettuale delle condotte di esperienze di consumo mediale e culturale. Vengono quindi considerate varie pratiche che permettono di cogliere anche il carattere pro-attivo e partecipativo dei giovani nella co-produzione e condivisione di valori, beni e servizi. Viene quindi presa in esame la visione complessiva che i giovani hanno del loro proprio tempo libero e l'influenza dei genitori. Infine è preso in esame il rapporto tra i percorsi di istruzione/formazione e la democratizzazione dell'accesso alle molteplici forme di cultura.

Introini, F., Mesa, D., Triani, P., Consumo dunque sono (istruito?) Esperienze di consumo culturale e livelli di istruzione, in Istituto Giuseppe Toniol, I. G. T. (ed.), La condizione giovanile in Italia. Rapporto Giovani 2020, Il Mulino, BOLOGNA -- ITA 2020: 25- 66 [http://hdl.handle.net/10807/163806]

Consumo dunque sono (istruito?) Esperienze di consumo culturale e livelli di istruzione

Introini, F.
;
Mesa, D.
;
Triani, P.
2020

Abstract

Il saggio, inserito nel Rapporto Giovani 2020, presenta i risultati di un'indagine realizzata con metodo Cawi nel mese di novembre 2019 su un campione di 1999 giovani adulti di età compresa tra i 19 e i 34 anni. Il lavoro parte da una mappatura dei beni tecnologici e degli accessi ai diversi servizi e piattaforme gratuite e a pagamento, prosegue poi con una ricognizione delle diverse tipologie di consumi sotto il profilo del valore attribuito e della frequenza effettuale delle condotte di esperienze di consumo mediale e culturale. Vengono quindi considerate varie pratiche che permettono di cogliere anche il carattere pro-attivo e partecipativo dei giovani nella co-produzione e condivisione di valori, beni e servizi. Viene quindi presa in esame la visione complessiva che i giovani hanno del loro proprio tempo libero e l'influenza dei genitori. Infine è preso in esame il rapporto tra i percorsi di istruzione/formazione e la democratizzazione dell'accesso alle molteplici forme di cultura.
Italiano
La condizione giovanile in Italia. Rapporto Giovani 2020
9788815286826
Il Mulino
Introini, F., Mesa, D., Triani, P., Consumo dunque sono (istruito?) Esperienze di consumo culturale e livelli di istruzione, in Istituto Giuseppe Toniol, I. G. T. (ed.), La condizione giovanile in Italia. Rapporto Giovani 2020, Il Mulino, BOLOGNA -- ITA 2020: 25- 66 [http://hdl.handle.net/10807/163806]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/163806
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact