The editorial analyzes the history of the scientific method, up to its crisis in the field of human sciences. Then, it analyzes the current situation in the theory of education, which is characterized by a methodological pluralism and the need for a principle of unitary understanding. The current educational historiography mirrors the multiplicity of approaches and methods in this field. The analysis and study of the sources, which are often quite unusual, have been conducted either with well known methodologies (such as narrative and qualitative methods) or more recents and experimental ones (such as structural and quantitative methods). These latter, in particular, can prove to be effective but require a great deal of critical attention. Among the current study objects of the special education field, the theme of disability assumes many facets. Subsequently, it supports a reflection on the need for a conscious adoption of targeted authoritative methodological paradigms, inspired by the rigor of research, as well as on ethical issues related to the direct participation of persons with disabilities. Moreover, the link between epistemological and methodological aspects of pedagogical research is outlined. The variety of paths of pedagogical research methods brings to the fore some epistemological, methodological, ethical and political issues that deserve attention to avoid the pitfalls that threaten pedagogical research.

L’editoriale esamina la storia dell’idea di metodo scientifico, fino alla sua crisi odierna nel campo delle scienze umane e analizza la situazione attuale della pedagogia generale, caratterizzata dal pluralismo metodologico e dall’esigenza di un principio di comprensione unitaria. La prospettiva storico-educativa è oggi aperta a una pluralità di approcci e di metodi: l’analisi e l’interpretazione delle fonti – spesso inusuali – sono state condotte ora con metodologie collaudate, come quelle di tipo narrativo e qualitativo, ora di tradizione più recente, come quelle di tipo quantitativo e strutturale. Si tratta di metodologie che spesso hanno dato buona prova, ma che richiedono vigilanza critica, soprattutto nei modelli più innovativi. Nell’ambito della pedagogia speciale, il tema della disabilità può assumere numerose sfaccettature, alla luce delle quali si avanza una riflessione sulla necessità di un’adozione consapevole di paradigmi metodologici mirati, autorevoli, ispirati al rigore alla ricerca, nonché sulle questioni, etiche e progettuali, relative alla diretta partecipazione delle persone con disabilità. Il legame tra aspetti epistemologici e metodologici della ricerca pedagogica viene inoltre tratteggiato. La varietà di percorsi e declinazioni della ricerca pedagogica riporta in primo piano alcune questioni epistemologiche, metodologiche, etiche e politiche che meritano costante e vigile attenzione per evitare le insidie che minacciano la ricerca pedagogica.

Vigano', R. M., Baldacci, M., Besio, S., Zago, G. (eds.), La metodologia della ricerca in pedagogia, <<PEDAGOGIA OGGI>>, 2020; 2020: (1): 190 [http://hdl.handle.net/10807/160790]

La metodologia della ricerca in pedagogia

Vigano', Renata Maria;Besio, Serenella;
2020

Abstract

L’editoriale esamina la storia dell’idea di metodo scientifico, fino alla sua crisi odierna nel campo delle scienze umane e analizza la situazione attuale della pedagogia generale, caratterizzata dal pluralismo metodologico e dall’esigenza di un principio di comprensione unitaria. La prospettiva storico-educativa è oggi aperta a una pluralità di approcci e di metodi: l’analisi e l’interpretazione delle fonti – spesso inusuali – sono state condotte ora con metodologie collaudate, come quelle di tipo narrativo e qualitativo, ora di tradizione più recente, come quelle di tipo quantitativo e strutturale. Si tratta di metodologie che spesso hanno dato buona prova, ma che richiedono vigilanza critica, soprattutto nei modelli più innovativi. Nell’ambito della pedagogia speciale, il tema della disabilità può assumere numerose sfaccettature, alla luce delle quali si avanza una riflessione sulla necessità di un’adozione consapevole di paradigmi metodologici mirati, autorevoli, ispirati al rigore alla ricerca, nonché sulle questioni, etiche e progettuali, relative alla diretta partecipazione delle persone con disabilità. Il legame tra aspetti epistemologici e metodologici della ricerca pedagogica viene inoltre tratteggiato. La varietà di percorsi e declinazioni della ricerca pedagogica riporta in primo piano alcune questioni epistemologiche, metodologiche, etiche e politiche che meritano costante e vigile attenzione per evitare le insidie che minacciano la ricerca pedagogica.
Italiano
Vigano', R. M., Baldacci, M., Besio, S., Zago, G. (eds.), La metodologia della ricerca in pedagogia, <<PEDAGOGIA OGGI>>, 2020; 2020: (1): 190 [http://hdl.handle.net/10807/160790]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/160790
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact