È davvero finito il «momento populista»?