In Italy there is a longstanding tradition of social dialogue in social policy mak-ing at local level, which has led the trade unions to develop their capability for agency in a broader range of issues and policy fields and strive to gain social and political legitimacy. Social dialogue is now evolving as far as it aims to design and implement innovative policies and programs intended to tackle the so-called new social risks and meet particular needs of citizens. Against this background, this manuscript draws on both a non-representative sample of agreements on so-cial policy issues gathered in an archive held by Cisl and on the evidence collect-ed through case-study research to investigate how social policy making at local level and the local welfare system have evolved in the past few years.

Il rapporto tra contrattazione sociale territoriale e welfare locale vanta in Italia una lunga storia. Essa racconta di come il sindacato sia riuscito ad accrescere nel tempo la sua capacità di azione in ambito sociale, ampliando i temi di interesse, modificando, almeno in parte, strumenti e obiettivi della rappresentanza nonché i luoghi della propria legittimazione. Questa storia oggi vive una stagione di rinnovamento: la contrattazione sociale si pone come obiettivo prioritario quello di contribuire alla costruzione di risposte ai cosiddetti nuovi rischi e bisogni sociali dei lavoratori e dei cittadini in una prospettiva universalistica. L’articolo esplora le condizioni che incidono sul perseguimento di tale obiettivo e sulle implicazioni che ne derivano per la rete di protezione sociale territoriale. La base empirica è costituita dall’analisi quantitativa degli accordi archiviati nell’Osservatorio sociale della contrattazione territoriale della Cisl, Fnp-Cisl e da un approfondimento qualitativo sul campo.

Lodigiani, R., Riva, E., CONTRATTAZIONE SOCIALE E WELFARE LOCALE: UNA SINERGIA RINNOVATA, <<SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI>>, 2019; (1): 9-34. [doi:10.3280/SP2019-001002] [http://hdl.handle.net/10807/146945]

CONTRATTAZIONE SOCIALE E WELFARE LOCALE: UNA SINERGIA RINNOVATA

R. Lodigiani
Primo
;
2019

Abstract

Il rapporto tra contrattazione sociale territoriale e welfare locale vanta in Italia una lunga storia. Essa racconta di come il sindacato sia riuscito ad accrescere nel tempo la sua capacità di azione in ambito sociale, ampliando i temi di interesse, modificando, almeno in parte, strumenti e obiettivi della rappresentanza nonché i luoghi della propria legittimazione. Questa storia oggi vive una stagione di rinnovamento: la contrattazione sociale si pone come obiettivo prioritario quello di contribuire alla costruzione di risposte ai cosiddetti nuovi rischi e bisogni sociali dei lavoratori e dei cittadini in una prospettiva universalistica. L’articolo esplora le condizioni che incidono sul perseguimento di tale obiettivo e sulle implicazioni che ne derivano per la rete di protezione sociale territoriale. La base empirica è costituita dall’analisi quantitativa degli accordi archiviati nell’Osservatorio sociale della contrattazione territoriale della Cisl, Fnp-Cisl e da un approfondimento qualitativo sul campo.
Italiano
Lodigiani, R., Riva, E., CONTRATTAZIONE SOCIALE E WELFARE LOCALE: UNA SINERGIA RINNOVATA, <>, 2019; (1): 9-34. [doi:10.3280/SP2019-001002] [http://hdl.handle.net/10807/146945]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
contrattazione. Lodigiani.pdf

non disponibili

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non specificato
Dimensione 1.08 MB
Formato Unknown
1.08 MB Unknown   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/146945
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact