Ante litteram, extra moenia. Dante, Manzoni e una filosofia del linguaggio lungimirante e poietica