"Domani forse sarà una bandiera". Il 1936, Persico e i letterati