La China. Sul recente comunicato della Corte costituzionale