Il settore dei congressi e degli eventi rappresenta un ambito rilevante all’interno del turismo d’affari e può offrire un significativo contribuito allo sviluppo delle economie locali. A livello internazionale i benefici generati sul territorio da congressi ed eventi sono stati identificati dalle ricerche esistenti, in primo luogo, in termini economici e quantificati attraverso gli indicatori tipici del settore turistico e l’ammontare della spesa sostenuta dai partecipanti e dagli organizzatori nei giorni dell’evento e nei giorni precedenti e/o successivi; in secondo luogo, più recentemente, gli studi si sono focalizzati sullo studio dei benefici che il settore congressuale esercita a favore del grado di innovazione e di sviluppo tecnologico del territorio ospitante. Al fine di analizzare le principali caratteristiche del mercato dei congressi e degli eventi in Italia, Federcongressi&eventi ha promosso nel 2014 l’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi, progetto di ricerca realizzato dall’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (ASERI) dell’Università Cattolica. Nel contributo vengono illustrati i dati riguardanti tutti gli incontri della durata di almeno 4 ore con un minimo di 10 partecipanti, che si sono svolti nel 2017 in sedi per congressi ed eventi di ogni tipologia, operanti attivamente sul mercato in tutto il territorio italiano e di cui si conoscono le caratteristiche strutturali.

Nelli, R. P. F., Bensi, P., Il turismo congressuale, in Becheri, E., Micera, R., Morvillo, M. A. (ed.), XXII Rapporto sul Turismo Italiano, Rogiosi Editore, Napoli 2018: 629- 641 [http://hdl.handle.net/10807/142703]

Il turismo congressuale

Nelli, Roberto Paolo Franco
;
Bensi, Paola
2018

Abstract

Il settore dei congressi e degli eventi rappresenta un ambito rilevante all’interno del turismo d’affari e può offrire un significativo contribuito allo sviluppo delle economie locali. A livello internazionale i benefici generati sul territorio da congressi ed eventi sono stati identificati dalle ricerche esistenti, in primo luogo, in termini economici e quantificati attraverso gli indicatori tipici del settore turistico e l’ammontare della spesa sostenuta dai partecipanti e dagli organizzatori nei giorni dell’evento e nei giorni precedenti e/o successivi; in secondo luogo, più recentemente, gli studi si sono focalizzati sullo studio dei benefici che il settore congressuale esercita a favore del grado di innovazione e di sviluppo tecnologico del territorio ospitante. Al fine di analizzare le principali caratteristiche del mercato dei congressi e degli eventi in Italia, Federcongressi&eventi ha promosso nel 2014 l’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi, progetto di ricerca realizzato dall’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (ASERI) dell’Università Cattolica. Nel contributo vengono illustrati i dati riguardanti tutti gli incontri della durata di almeno 4 ore con un minimo di 10 partecipanti, che si sono svolti nel 2017 in sedi per congressi ed eventi di ogni tipologia, operanti attivamente sul mercato in tutto il territorio italiano e di cui si conoscono le caratteristiche strutturali.
Italiano
XXII Rapporto sul Turismo Italiano
9788869503399
Rogiosi Editore
Nelli, R. P. F., Bensi, P., Il turismo congressuale, in Becheri, E., Micera, R., Morvillo, M. A. (ed.), XXII Rapporto sul Turismo Italiano, Rogiosi Editore, Napoli 2018: 629- 641 [http://hdl.handle.net/10807/142703]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/142703
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact