La disposizione dell’art. 35 del d.lgs. n. 198/2006 (Codice delle pari opportunità tra uomo e donna), rubricato Divieto di licenziamento per causa di matrimonio, non si applica ai lavoratori nella parte in cui prevede al comma 2 la nullità dei «licenziamenti attuati a causa di matrimonio» nonostante manchi un riferimento letterale esplicito che ne restringa il campo di applicazione alle lavoratrici.

Occhino, A., La questione dell'applicabilità del divieto di licenziamento per causa di matrimonio alle sole lavoratrici, <<DIRITTO DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI>>, 2019; (2): 676-681 [http://hdl.handle.net/10807/140836]

La questione dell'applicabilità del divieto di licenziamento per causa di matrimonio alle sole lavoratrici

Occhino, A.
2019

Abstract

La disposizione dell’art. 35 del d.lgs. n. 198/2006 (Codice delle pari opportunità tra uomo e donna), rubricato Divieto di licenziamento per causa di matrimonio, non si applica ai lavoratori nella parte in cui prevede al comma 2 la nullità dei «licenziamenti attuati a causa di matrimonio» nonostante manchi un riferimento letterale esplicito che ne restringa il campo di applicazione alle lavoratrici.
Italiano
Occhino, A., La questione dell'applicabilità del divieto di licenziamento per causa di matrimonio alle sole lavoratrici, <<DIRITTO DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI>>, 2019; (2): 676-681 [http://hdl.handle.net/10807/140836]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/140836
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact