It is well known that resistance can be induced by physical, chemical, and micro-organisms (or their compounds and metabolites). Various fertilizer products enriched with amino acids, mineral elements or metals are also proposed as resistance inducers, often in combination with fungicides. A mineral organic fertilizer containing glucose, oligosaccharide and reducing sugars (Acticlaster™, Euro-TSA) was used to verify on grapevine cv Merlot the ability to induce resistance to downy mildew infections either by foliar application or irrigation. The tested product showed an average efficacy of 35% by foliar applications across all the phonological stages tested, but with an high variability. The average protection provided by irrigation treatment was lower, on average 25% with the same variability, but also with an higher efficacy in the first development stages of the host. The tested product provided interesting results because, even if it cannot provide a complete protection against Plasmopara viticola infections alone, it can successfully inserted in disease control strategies in order to help classical fungicides, in particular phenological phases.

È noto che la resistenza alle malattie fungine, compresa la peronospora, può essere indotta da fattori fisici, chimici e da microrganismi (o loro composti e metaboliti). Anche vari prodotti fertilizzanti arricchiti di amminoacidi, elementi minerali o metalli vengono proposti come induttori di resistenza, spesso in abbinamento a fungicidi. Un fertilizzante organo minerale che contiene acidi gluconici, oligosaccaridi e zuccheri riducenti (Acticlaster™, Euro-TSA) è stato utilizzato per verificare, su piante di vite di cv Merlot, la capacità di indurre resistenza alle infezioni di peronospora sia in applicazioni fogliari che in fertirrigazione. Il prodotto ha mostrato un’efficacia media del 35% nel controllare le infezioni di Plasmopara viticola con le applicazioni fogliari in tutte le fasi fenologiche testate, pur con un’ampia variabilità da prova a prova. Le applicazioni in fertirrigazione hanno avuto efficacia media del 25con una risposta più pronta nelle prime fasi di sviluppo della pianta che è andata via via scomparendo con la maturazione. Il fertilizzante testato ha offerto risultati interessanti che, anche non permettendo un suo uso esclusivo per la protezione dalla peronospora, forniscono utili informazioni per inserire il prodotto in strategie di lotta integrata al fine di supportare i tradizionali fungicidi, specialmente quelli di copertura ed in particolari fasi fenologiche.

Bove, F., Caffi, T., Poni, S., Languasco, L., Rossi, V., Caratterizzazione dell’attività di un fertilizzante organo-minerale nei confronti di Plasmopara viticola, in Atti Giornate fitopatologiche. Protezione delle piante, qualità, ambiente. Atti (Chianciano Terme, 6-9 marzo 2018). Vol. 2, (Chianciano Terme, 06-09 March 2018), Clueb srl, Bologna 2018: 357-364 [http://hdl.handle.net/10807/134313]

Caratterizzazione dell’attività di un fertilizzante organo-minerale nei confronti di Plasmopara viticola

Bove, F.
Primo
;
Caffi, T.
Secondo
;
Poni, S.;Languasco, L.
Penultimo
;
Rossi, V.
Ultimo
2018

Abstract

È noto che la resistenza alle malattie fungine, compresa la peronospora, può essere indotta da fattori fisici, chimici e da microrganismi (o loro composti e metaboliti). Anche vari prodotti fertilizzanti arricchiti di amminoacidi, elementi minerali o metalli vengono proposti come induttori di resistenza, spesso in abbinamento a fungicidi. Un fertilizzante organo minerale che contiene acidi gluconici, oligosaccaridi e zuccheri riducenti (Acticlaster™, Euro-TSA) è stato utilizzato per verificare, su piante di vite di cv Merlot, la capacità di indurre resistenza alle infezioni di peronospora sia in applicazioni fogliari che in fertirrigazione. Il prodotto ha mostrato un’efficacia media del 35% nel controllare le infezioni di Plasmopara viticola con le applicazioni fogliari in tutte le fasi fenologiche testate, pur con un’ampia variabilità da prova a prova. Le applicazioni in fertirrigazione hanno avuto efficacia media del 25con una risposta più pronta nelle prime fasi di sviluppo della pianta che è andata via via scomparendo con la maturazione. Il fertilizzante testato ha offerto risultati interessanti che, anche non permettendo un suo uso esclusivo per la protezione dalla peronospora, forniscono utili informazioni per inserire il prodotto in strategie di lotta integrata al fine di supportare i tradizionali fungicidi, specialmente quelli di copertura ed in particolari fasi fenologiche.
Italiano
Atti Giornate fitopatologiche. Protezione delle piante, qualità, ambiente. Atti (Chianciano Terme, 6-9 marzo 2018). Vol. 2
Giornate fitopatologiche 2018
Chianciano Terme
6-mar-2018
9-mar-2018
9788849155723
Clueb srl
Bove, F., Caffi, T., Poni, S., Languasco, L., Rossi, V., Caratterizzazione dell’attività di un fertilizzante organo-minerale nei confronti di Plasmopara viticola, in Atti Giornate fitopatologiche. Protezione delle piante, qualità, ambiente. Atti (Chianciano Terme, 6-9 marzo 2018). Vol. 2, (Chianciano Terme, 06-09 March 2018), Clueb srl, Bologna 2018: 357-364 [http://hdl.handle.net/10807/134313]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CARATTERIZZAZIONE-DELL-ATTIVITÀ-DI-UN-FERTILIZZANTE-ORGANO-MINERALE-NEI-CONFRONTI-DI-FLASMOFARA-VITICOLA_2021-03-08_11-07-31 (1).pdf

non disponibili

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non specificato
Dimensione 648.85 kB
Formato Unknown
648.85 kB Unknown   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/134313
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact