Il saggio illustra gli studi di Eraldo Bellini, italianista scomparso il 12 febbraio 2018: dopo gli esordi dedicati al primo Novecento, Bellini ha fermato i suoi interessi, in un arco cronologico che va dal Cinque al Novecento, sulle problematiche afferenti lo statuto veritativo della letteratura: tra i suoi autori si ricordano Torquato Tasso, Galileo Galilei, i letterati barberiniani, poi Alessandro Manzono, Silvio Pellico e Italo Calvino.

Ferro, R., Gli 'stili di pensiero' di Eraldo Bellini, <<GALILAEANA>>, 2018; 15 (unico): 275-286 [http://hdl.handle.net/10807/133593]

Gli 'stili di pensiero' di Eraldo Bellini

Roberta Ferro
2018

Abstract

Il saggio illustra gli studi di Eraldo Bellini, italianista scomparso il 12 febbraio 2018: dopo gli esordi dedicati al primo Novecento, Bellini ha fermato i suoi interessi, in un arco cronologico che va dal Cinque al Novecento, sulle problematiche afferenti lo statuto veritativo della letteratura: tra i suoi autori si ricordano Torquato Tasso, Galileo Galilei, i letterati barberiniani, poi Alessandro Manzono, Silvio Pellico e Italo Calvino.
ita
Ferro, R., Gli 'stili di pensiero' di Eraldo Bellini, <>, 2018; 15 (unico): 275-286 [http://hdl.handle.net/10807/133593]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/133593
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact