The Piarists (as they are usually called outside Italy and Spain) were the only Catholic Reformation order exclusively devoted to teaching. Moreover, whereas orders like the Barnabites, the Somascans and especially the Jesuits attracted mainly upper and middle class pupils, the Piarists provided free daily education in religious doctrine, reading, writing and abaco (commercial arithmetic needed for merchant or shopkeeping careers) to poor boys. As far as 1617, pupils of Piarist schools had to present certificates form their parish priests testyfing to their poverty. José de Calasanz, founder of the order, estabilished the first Pious school in Rome in 1597. Twenty years later, the Piarists became a religious order, and in 1637 had six provinces, with a total of 27 houses and 432 members.

Gli Scolopi furono l’unico ordine religioso dell’età della Controriforma con una specifica ed esclusiva vocazione all’insegnamento. Inoltre, mentre ordini come i Barnabiti, i Somaschi e soprattutto i Gesuiti rivolgevano la loro attenzione ad alunni delle classi medio – alte, gli Scolopi preferirono insegnare dottrina cristiana, lettura, scrittura ed abaco (aritmetica pratica ad uso di mercanti e contabili) a ragazzi di estrazione umile. Questa opzione pedagogica e sociale è resa evidente dal fatto che, fino al 1617, gli alunni delle Scuole Pie, per essere ammessi alla frequenza, erano tenuti a presentare certificati di povertà rilasciati dai rispettivi parroci. Un lusinghiero successo arrise all’istituto, se si considera che José de Calasanz, fondatore dell’ordine, aprì la prima scuola a Roma nel 1597, e che solo venti anni più tardi gli Scolopi furono eretti ad ordine religioso. Contemporaneamente, essi sperimentarono una notevole espansione geografica, al punto che nel 1637 contavano 27 case, suddivise in sei province, e ben 432 membri.

Tanturri, A., Le Scuole Pie di fronte alla rivoluzione educativa della prima Età Moderna, in Spedicato, M., Vetrugno, P. A. (ed.), Princeps iuventutis. Giuseppe Calasanzio e la rivoluzione educativa, Edizioni Grifo, Lecce 2019: 41- 49 [http://hdl.handle.net/10807/132610]

Le Scuole Pie di fronte alla rivoluzione educativa della prima Età Moderna

Tanturri, Alberto
2019

Abstract

Gli Scolopi furono l’unico ordine religioso dell’età della Controriforma con una specifica ed esclusiva vocazione all’insegnamento. Inoltre, mentre ordini come i Barnabiti, i Somaschi e soprattutto i Gesuiti rivolgevano la loro attenzione ad alunni delle classi medio – alte, gli Scolopi preferirono insegnare dottrina cristiana, lettura, scrittura ed abaco (aritmetica pratica ad uso di mercanti e contabili) a ragazzi di estrazione umile. Questa opzione pedagogica e sociale è resa evidente dal fatto che, fino al 1617, gli alunni delle Scuole Pie, per essere ammessi alla frequenza, erano tenuti a presentare certificati di povertà rilasciati dai rispettivi parroci. Un lusinghiero successo arrise all’istituto, se si considera che José de Calasanz, fondatore dell’ordine, aprì la prima scuola a Roma nel 1597, e che solo venti anni più tardi gli Scolopi furono eretti ad ordine religioso. Contemporaneamente, essi sperimentarono una notevole espansione geografica, al punto che nel 1637 contavano 27 case, suddivise in sei province, e ben 432 membri.
Italiano
Princeps iuventutis. Giuseppe Calasanzio e la rivoluzione educativa
9788869941795
Edizioni Grifo
Tanturri, A., Le Scuole Pie di fronte alla rivoluzione educativa della prima Età Moderna, in Spedicato, M., Vetrugno, P. A. (ed.), Princeps iuventutis. Giuseppe Calasanzio e la rivoluzione educativa, Edizioni Grifo, Lecce 2019: 41- 49 [http://hdl.handle.net/10807/132610]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/132610
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact