Il «sorriso complice» degli Stati Uniti. Reinhold Niebuhr e l’ironia della storia americana