Cataldo Naro, il vescovo affidabile