OBIETTIVI: -effettuare un censimento delle leggi regionali italiane in tema di valutazione di impatto sulla salute (HIA) e sull'ambiente (VIA) di politiche sanitarie e non sanitarie; -analizzare i contenuti e le differenze a livello regionale in riferimento all'Health Impact Assessment. MATERIALI Il lavoro è stato sviluppato attraverso la revisione della letteratura scientifica nazionale e internazionale e la consultazione dei siti internet delle singole Regioni, degli enti regionali per la tutela dell' ambiente (es. ARPA, ANPA, APAT) e dei bollettini ufficiali regionali dal 1990. RISULTATI La letteratura scientifica in materia di HIA è ricca soprattutto nei paesi anglosassoni (Regno Unito, Canada, Olanda, Svezia, Nuova Zelanda) mentre in Italia sono ancora pochi gli studi scientifici pubblicati sull'argomento. Non esiste, infatti, in Italia una legislazione specifica in materia di HIA anche se questa è prevista dal Trattato di Amsterdam (Art.152) e dalla Costituzione Europea. Le uniche iniziative concrete in tema di HIA attualmente vengono intraprese a livello comunale. Dal censimento è emerso che in Italia non sono ancora state emanate leggi riguardanti l'HIA e che tutte le leggi promulgate finora considerano esclusivamente la VIA. La normativa in materia di impatto ambientale è infatti in continuo ampliamento anche se attualmente alcune Regioni non hanno ancora provveduto a varare una legge regionale specifica in materia di VIA. CONCLUSIONI In Italia la tutela della salute viene promossa quasi esclusivamente dall'ambito strettamente sanitario; le decisioni a forte impatto sociale e ambientale non vengono di norma progettate con particolare riguardo al tema della salute. Per aumentare nel nostro Paese l'interesse per l'HIA parrebbe opportuno discutere l'utilità di introdurre la valutazione di impatto sanitario nella legislazione nazionale e regionale. Un'eventuale legge, infatti, potrebbe sensibilizzare decisori non sanitari all HIA, portando l'Italia tra i paesi maggiormente innovativi.

Bert, F., Cerruti, M., Colombo, A., Lovato, E., Bruno, S., Liguori, G., Manzoli, L., Siliquini, R., Network Italiano, H., La Legislazione Italiana in Materia di Impact Assessment: Regioni a Confronto, <<ANNALI DI IGIENE MEDICINA PREVENTIVA E DI COMUNITÀ>>, 2010; (Marzo): 147-155 [http://hdl.handle.net/10807/113437]

La Legislazione Italiana in Materia di Impact Assessment: Regioni a Confronto

Bruno, Stefania;
2010

Abstract

OBIETTIVI: -effettuare un censimento delle leggi regionali italiane in tema di valutazione di impatto sulla salute (HIA) e sull'ambiente (VIA) di politiche sanitarie e non sanitarie; -analizzare i contenuti e le differenze a livello regionale in riferimento all'Health Impact Assessment. MATERIALI Il lavoro è stato sviluppato attraverso la revisione della letteratura scientifica nazionale e internazionale e la consultazione dei siti internet delle singole Regioni, degli enti regionali per la tutela dell' ambiente (es. ARPA, ANPA, APAT) e dei bollettini ufficiali regionali dal 1990. RISULTATI La letteratura scientifica in materia di HIA è ricca soprattutto nei paesi anglosassoni (Regno Unito, Canada, Olanda, Svezia, Nuova Zelanda) mentre in Italia sono ancora pochi gli studi scientifici pubblicati sull'argomento. Non esiste, infatti, in Italia una legislazione specifica in materia di HIA anche se questa è prevista dal Trattato di Amsterdam (Art.152) e dalla Costituzione Europea. Le uniche iniziative concrete in tema di HIA attualmente vengono intraprese a livello comunale. Dal censimento è emerso che in Italia non sono ancora state emanate leggi riguardanti l'HIA e che tutte le leggi promulgate finora considerano esclusivamente la VIA. La normativa in materia di impatto ambientale è infatti in continuo ampliamento anche se attualmente alcune Regioni non hanno ancora provveduto a varare una legge regionale specifica in materia di VIA. CONCLUSIONI In Italia la tutela della salute viene promossa quasi esclusivamente dall'ambito strettamente sanitario; le decisioni a forte impatto sociale e ambientale non vengono di norma progettate con particolare riguardo al tema della salute. Per aumentare nel nostro Paese l'interesse per l'HIA parrebbe opportuno discutere l'utilità di introdurre la valutazione di impatto sanitario nella legislazione nazionale e regionale. Un'eventuale legge, infatti, potrebbe sensibilizzare decisori non sanitari all HIA, portando l'Italia tra i paesi maggiormente innovativi.
Italiano
Bert, F., Cerruti, M., Colombo, A., Lovato, E., Bruno, S., Liguori, G., Manzoli, L., Siliquini, R., Network Italiano, H., La Legislazione Italiana in Materia di Impact Assessment: Regioni a Confronto, <<ANNALI DI IGIENE MEDICINA PREVENTIVA E DI COMUNITÀ>>, 2010; (Marzo): 147-155 [http://hdl.handle.net/10807/113437]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/113437
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact