La storia delle esperienze marittime cinesi verso l’Oceano Indiano e il Golfo Persico/Arabico è una storia ancora oggi poco studiata e conosciuta. Qui l’Autore sfida ogni timore e intraprende un immenso percorso, da lui chiamato affresco, che ha il pregio di valorizzare le vite e i movimenti di navigatori e protagonisti cinesi tra i quali spicca naturalmente il grande ammiraglio Zhen He (Cheng Ho). L’obiettivo dell’Autore è probabilmente quello di tentare di addentrarsi in un mondo misterioso ai più, come del resto rimane per numerosi aspetti ancora oggi la Cina, e le sue numerose e importanti politiche geostrategiche, agli occhi degli europei, definiti dalle fonti cinesi gli abitanti delle regioni barbariche. L’ammiraglio Zheng He, musulmano (senza ulteriori specificazioni fornite), nel 1400 compì sette lunghissimi viaggi nell’Oceano Indiano e si spinse fino alla Penisola Arabica e all’Africa orientale divenendo la personalità maggiore della fase più prestigiosa della dinastia Ming.

Nicolini, B., 2017, S. Cariolato, Le Navi dei Tesori. Storia della flotta che poteva conquistare il mondo e che sparì nel nulla, Edizioni Ebook, 2017, 574 pp., recensione a "Cariolato, S., Le Navi dei Tesori Edizioni IlMioLibro, Milano 2017", <<QUADERNI ASIATICI>>, 2017; (119):105-107 [http://hdl.handle.net/10807/108515]

2017, S. Cariolato, Le Navi dei Tesori. Storia della flotta che poteva conquistare il mondo e che sparì nel nulla, Edizioni Ebook, 2017, 574 pp.

Nicolini, Beatrice
2017

Abstract

La storia delle esperienze marittime cinesi verso l’Oceano Indiano e il Golfo Persico/Arabico è una storia ancora oggi poco studiata e conosciuta. Qui l’Autore sfida ogni timore e intraprende un immenso percorso, da lui chiamato affresco, che ha il pregio di valorizzare le vite e i movimenti di navigatori e protagonisti cinesi tra i quali spicca naturalmente il grande ammiraglio Zhen He (Cheng Ho). L’obiettivo dell’Autore è probabilmente quello di tentare di addentrarsi in un mondo misterioso ai più, come del resto rimane per numerosi aspetti ancora oggi la Cina, e le sue numerose e importanti politiche geostrategiche, agli occhi degli europei, definiti dalle fonti cinesi gli abitanti delle regioni barbariche. L’ammiraglio Zheng He, musulmano (senza ulteriori specificazioni fornite), nel 1400 compì sette lunghissimi viaggi nell’Oceano Indiano e si spinse fino alla Penisola Arabica e all’Africa orientale divenendo la personalità maggiore della fase più prestigiosa della dinastia Ming.
Italiano
Nicolini, B., 2017, S. Cariolato, Le Navi dei Tesori. Storia della flotta che poteva conquistare il mondo e che sparì nel nulla, Edizioni Ebook, 2017, 574 pp., recensione a "Cariolato, S., Le Navi dei Tesori Edizioni IlMioLibro, Milano 2017", <<QUADERNI ASIATICI>>, 2017; (119):105-107 [http://hdl.handle.net/10807/108515]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/108515
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact