The essay analyzes the development and the change in approach of the "Regime Fascista" newspaper, organ of Cremona’s Ras Roberto Farinacci, leader of the uncompromising wing of Fascism, over the course of the twenty years. Considering its changes in the light of the general policy of the Regime and of the pressures exercised by Catholics and the Holy seat against Mussolini. It therefore highlights in particular the anti-clericalism proceeding from the antipopularism of its origins, the differences before and after the Conciliation, the positions expressed during the years of consensus and the restarting of the controversies during the war, with contemporary support for the clerical- fascist initiatives like those of Don Calcagno. There surfaces a cutaway of controversial relationships between fascism’s hard wing and the Catholics, with their attempt to influence Mussolini's policy, and so too Farinacci's ruthlessness in using polemics to build his own area of consensus within the regime, accrediting (especially in the years of alliance with Nazism and the taking on of racism by fascism) as possible new Duce.

Il saggio analizza lo sviluppo e il mutare dell’atteggiamento del giornale “Regime Fascista”, organo del ras cremonese Roberto Farinacci, leader dell’ala intransigente del fascismo, nel corso di tutto il ventennio, considerandone le svolte alla luce della politica più generale del regime e della pressione che i cattolici e la Santa Sede riuscirono ad esercitare nei confronti di Mussolini. Sono perciò messi particolarmente in luce l’anticlericalismo di marca antipopolare delle origini, i contrasti prima e dopo la Conciliazione, le posizioni espresse negli anni del consenso e la ripresa dell’atteggiamento polemico durante la guerra, con il contemporaneo sostegno alle iniziative del clerico-fascismo come quelle di don Calcagno. Ne emerge uno spaccato dei controversi rapporti fra l’ala dura del fascismo e i cattolici, e il tentativo di influenzare la politica di Mussolini nei loro confronti, come anche la spregiudicatezza di Farinacci nell’adoperare motivi polemici in funzione della costruzione di una propria area di consenso all’interno del regime, accreditandosi (soprattutto negli anni dell’alleanza col nazismo e dell’assunzione del razzismo da parte del fascismo) come possibile nuovo duce.

Bardelli, D., La chiesa e i cattolici nella stampa di Roberto Farinacci, <<ANNALI DI STORIA MODERNA E CONTEMPORANEA>>, 2000; VI (6): 505-546 [http://hdl.handle.net/10807/107399]

La chiesa e i cattolici nella stampa di Roberto Farinacci

Bardelli
2000

Abstract

Il saggio analizza lo sviluppo e il mutare dell’atteggiamento del giornale “Regime Fascista”, organo del ras cremonese Roberto Farinacci, leader dell’ala intransigente del fascismo, nel corso di tutto il ventennio, considerandone le svolte alla luce della politica più generale del regime e della pressione che i cattolici e la Santa Sede riuscirono ad esercitare nei confronti di Mussolini. Sono perciò messi particolarmente in luce l’anticlericalismo di marca antipopolare delle origini, i contrasti prima e dopo la Conciliazione, le posizioni espresse negli anni del consenso e la ripresa dell’atteggiamento polemico durante la guerra, con il contemporaneo sostegno alle iniziative del clerico-fascismo come quelle di don Calcagno. Ne emerge uno spaccato dei controversi rapporti fra l’ala dura del fascismo e i cattolici, e il tentativo di influenzare la politica di Mussolini nei loro confronti, come anche la spregiudicatezza di Farinacci nell’adoperare motivi polemici in funzione della costruzione di una propria area di consenso all’interno del regime, accreditandosi (soprattutto negli anni dell’alleanza col nazismo e dell’assunzione del razzismo da parte del fascismo) come possibile nuovo duce.
Italiano
Bardelli, D., La chiesa e i cattolici nella stampa di Roberto Farinacci, <<ANNALI DI STORIA MODERNA E CONTEMPORANEA>>, 2000; VI (6): 505-546 [http://hdl.handle.net/10807/107399]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/107399
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact