Il saggio mette a fuoco uno degli snodi fondamentali dell'epica seicentesca, cioè il suo relazionarsi con il modello tassiano. Marino e Stigliani, fra loro amici e poi nemici, nella progettazione e nella scrittura dei propri poemi (la "Gerusalemme distrutta" e l'"Adone" di Marino, "Il mondo nuovo" di Stigliani) mostrano un comune atteggiamento agonistico nei confronti della "Gerusalemme liberata".

Corradini, M. M., Questioni di famiglia. Tasso, Marino, Stigliani, <<STUDI SECENTESCHI>>, 2005; 46 (N/A): 45-69 [http://hdl.handle.net/10807/106187]

Questioni di famiglia. Tasso, Marino, Stigliani

Corradini, Marco Maria
2005

Abstract

Il saggio mette a fuoco uno degli snodi fondamentali dell'epica seicentesca, cioè il suo relazionarsi con il modello tassiano. Marino e Stigliani, fra loro amici e poi nemici, nella progettazione e nella scrittura dei propri poemi (la "Gerusalemme distrutta" e l'"Adone" di Marino, "Il mondo nuovo" di Stigliani) mostrano un comune atteggiamento agonistico nei confronti della "Gerusalemme liberata".
Italiano
Corradini, M. M., Questioni di famiglia. Tasso, Marino, Stigliani, <<STUDI SECENTESCHI>>, 2005; 46 (N/A): 45-69 [http://hdl.handle.net/10807/106187]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/106187
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact