Ci sono voluti molti secoli di storia, e molte riforme, per dare un assetto alla scuola come la vediamo oggi: edifici maestosi, disseminati sul territorio, con folle di studenti che entrano ed escono ad orari stabiliti. Ma non vi è dubbio che, anche senza le più basilari infrastrutture (banchi, lavagna, libri, strumenti per scrivere ecc.), qualunque scuola potrebbe funzionare solo per il fatto di avere buoni insegnanti. Chi sono questi uomini e queste donne capaci di gestire una impresa così diffusa ed importante per l’insieme della società? Da dove traggono le motivazioni e le competenze per insegnare e come vivono la loro professione? Si parla spesso di corpo docente, ma è davvero possibile immaginare gli insegnanti come un esercito compatto, col medesimo spirito e con uguali condizioni di vita e di lavoro? In questo volume cercheremo di rispondere a tali interrogativi in riferimento ai docenti del sistema pubblico di istruzione in Italia. Dopo una breve descrizione dello scenario demografico e quantitativo (quanti sono i docenti in Italia? Quanto guadagnano? Come fanno carriera? Ecc.) si affrontano i dilemmi e le fasi critiche che sta attraversando questa delicata professione, che è anche una pubblica funzione, ma anche un’arte. Si aprirà infine la prospettiva del nuovo professionalismo del docente, dotato di attrezzi tecnici, morali e cognitivi dell’era di internet, capace di percepire i cambiamenti e di adottare efficaci strategie per “stare” nel mezzo” tra modelli ideali alti e talvolta irraggiungibili e la concreta quotidianità della vita in classe, accompagnando con serietà (ma anche leggerezza) le giovani generazioni nella giungla dei saperi circolanti.

Colombo, M., Gli insegnanti in Italia, Vita e Pensiero, MILANO -- ITA 2017: 120 [http://hdl.handle.net/10807/98477]

Gli insegnanti in Italia

Colombo, Maddalena
Primo
2017

Abstract

Ci sono voluti molti secoli di storia, e molte riforme, per dare un assetto alla scuola come la vediamo oggi: edifici maestosi, disseminati sul territorio, con folle di studenti che entrano ed escono ad orari stabiliti. Ma non vi è dubbio che, anche senza le più basilari infrastrutture (banchi, lavagna, libri, strumenti per scrivere ecc.), qualunque scuola potrebbe funzionare solo per il fatto di avere buoni insegnanti. Chi sono questi uomini e queste donne capaci di gestire una impresa così diffusa ed importante per l’insieme della società? Da dove traggono le motivazioni e le competenze per insegnare e come vivono la loro professione? Si parla spesso di corpo docente, ma è davvero possibile immaginare gli insegnanti come un esercito compatto, col medesimo spirito e con uguali condizioni di vita e di lavoro? In questo volume cercheremo di rispondere a tali interrogativi in riferimento ai docenti del sistema pubblico di istruzione in Italia. Dopo una breve descrizione dello scenario demografico e quantitativo (quanti sono i docenti in Italia? Quanto guadagnano? Come fanno carriera? Ecc.) si affrontano i dilemmi e le fasi critiche che sta attraversando questa delicata professione, che è anche una pubblica funzione, ma anche un’arte. Si aprirà infine la prospettiva del nuovo professionalismo del docente, dotato di attrezzi tecnici, morali e cognitivi dell’era di internet, capace di percepire i cambiamenti e di adottare efficaci strategie per “stare” nel mezzo” tra modelli ideali alti e talvolta irraggiungibili e la concreta quotidianità della vita in classe, accompagnando con serietà (ma anche leggerezza) le giovani generazioni nella giungla dei saperi circolanti.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Vita e Pensiero
Colombo, M., Gli insegnanti in Italia, Vita e Pensiero, MILANO -- ITA 2017: 120 [http://hdl.handle.net/10807/98477]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
colombo tutto il volume stampa 2017.pdf

non disponibili

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non specificato
Dimensione 316.04 kB
Formato Unknown
316.04 kB Unknown   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/98477
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact