Il necessario bilanciamento tra i diritti alla conoscenza dell’accusa, alla pubblicità processuale e alla riservatezza