L’articolo illustra alcuni esempi di investimenti non adatti a piccoli risparmiatori che, al contrario, sono stati venduti in maniera indistinta ai clienti delle banche. Si tratta di casi, purtroppo molto diffusi, in cui ai risparmiatori viene proposto un investimento in un determinato strumento finanziario senza dar loro gli strumenti necessari per poterlo valutare e poter prendere una decisione consapevole. L’autore individua tre particolari problematiche che possono disorientare i risparmiatori al momento della scelta dell’investimento: il disallineamento tra il livello di rischio e il livello di rendimento atteso dello strumento inanziario, la sua scarsa liquidità e l’eventuale presenza di clausole di difficile comprensione. Si tratta, in tutti questi casi, di elementi che il risparmiatore non è in grado di cogliere e pertanto deve essere guidato dall’operatore verso una scelta consapevole. Nell’articolo vengono citati alcuni esempi riferiti all’investimento in obbligazioni bancarie subordinate (balzate all’onore della recente cronaca finanziaria e non nell’autunno del 2015) a seguito delle difficoltà e dei rischi di default manifestate da alcune banche che le avevano emesse. Tuttavia, i rischi sui cui l’autore invita a fare attenzione sono caratteristici di qualsiasi tipo di strumento finanziario e di qualsiasi tipologia di emittente; è quindi necessario che i risparmiatori comprendano l’importanza di dotarsi di un determinato livello (seppur di base) di istruzione finanziaria così da poter individuare in autonomia quali sono le informazioni chiave che devono essere approfondite, magari con l’aiuto di un consulente, prima di investire i propri risparmi in uno strumento finanziario.

Pampurini, F., L’investimento finanziario, i suoi obiettivi e gli strumenti adeguati, in Banfi A, B. A., Borello G, B. G., Cafaro P, C. P., Capri F, C. F., Castrovilli E, C. E., Di Pasquali F, D. P. F., Fini R, F. R., Pampurini F, P. F., Young Factor Terza Edizione, Osservatorio Permanente Giovani-Editori, Firenze 2016: 22-33 [http://hdl.handle.net/10807/97254]

L’investimento finanziario, i suoi obiettivi e gli strumenti adeguati

Pampurini, Francesca
2016

Abstract

L’articolo illustra alcuni esempi di investimenti non adatti a piccoli risparmiatori che, al contrario, sono stati venduti in maniera indistinta ai clienti delle banche. Si tratta di casi, purtroppo molto diffusi, in cui ai risparmiatori viene proposto un investimento in un determinato strumento finanziario senza dar loro gli strumenti necessari per poterlo valutare e poter prendere una decisione consapevole. L’autore individua tre particolari problematiche che possono disorientare i risparmiatori al momento della scelta dell’investimento: il disallineamento tra il livello di rischio e il livello di rendimento atteso dello strumento inanziario, la sua scarsa liquidità e l’eventuale presenza di clausole di difficile comprensione. Si tratta, in tutti questi casi, di elementi che il risparmiatore non è in grado di cogliere e pertanto deve essere guidato dall’operatore verso una scelta consapevole. Nell’articolo vengono citati alcuni esempi riferiti all’investimento in obbligazioni bancarie subordinate (balzate all’onore della recente cronaca finanziaria e non nell’autunno del 2015) a seguito delle difficoltà e dei rischi di default manifestate da alcune banche che le avevano emesse. Tuttavia, i rischi sui cui l’autore invita a fare attenzione sono caratteristici di qualsiasi tipo di strumento finanziario e di qualsiasi tipologia di emittente; è quindi necessario che i risparmiatori comprendano l’importanza di dotarsi di un determinato livello (seppur di base) di istruzione finanziaria così da poter individuare in autonomia quali sono le informazioni chiave che devono essere approfondite, magari con l’aiuto di un consulente, prima di investire i propri risparmi in uno strumento finanziario.
ita
000
Osservatorio Permanente Giovani-Editori
http://www.osservatorionline.it/page/243615/il-libro-young-factor-edizione-2016-2017
Pampurini, F., L’investimento finanziario, i suoi obiettivi e gli strumenti adeguati, in Banfi A, B. A., Borello G, B. G., Cafaro P, C. P., Capri F, C. F., Castrovilli E, C. E., Di Pasquali F, D. P. F., Fini R, F. R., Pampurini F, P. F., Young Factor Terza Edizione, Osservatorio Permanente Giovani-Editori, Firenze 2016: 22-33 [http://hdl.handle.net/10807/97254]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/97254
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact