Il rifiuto della proprietà come valore spirituale e materiale nel"meriggio" del Medioevo