Il termine “fondamentalismo”, nelle sue varie accezioni e utilizzi, sembra essere divenuto ormai un concetto a cui vengono associati i più vari e disparati punti di vista e sensibilità rispetto sia al rapporto tra il fedele e la dimensione cultuale che tra religione e politica. Unico elemento comune che generalmente guida e ispira, a nostro avviso erroneamente, questa operazione di associazione e definizione dall’esterno è la percezione che sia una certa intransigenza e inflessibilità la cifra che accumuna i soggetti inclusi in questa categoria. Ne consegue che l’adozione di questo prisma interpretativo tende frequentemente a fare del termine “fondamentalismo” un immaginario più che uno strumento valido di conoscenza. Tutto ciò porta a creare tipologie sempre più sfuggenti, lunghe catalogazioni e tabelle che cercano di fissare e inquadrare secondo vari attributi realtà assai differenti sulla base di un concetto che ormai appare alquanto “evanescente”. Da qui nasce insomma una sorta di paradosso che fa del termine “fondamentalismo” una categoria aperta, capace di abbracciare diverse esperienze socio-politiche e religiose nel tempo e nello spazio, ma che proprio per questo si dimostra analiticamente “debole” nel rendere ragione sia delle specifiche istanze portate avanti dai soggetti a cui tale definizione si applica sia del metodo da essi adottato nel dare risposta alle domande e alle necessità scaturite nel confronto con la quotidianità.

Maggiolini, P. M. L. C., Il fondamentalismo islamico: mille volti che guardano un’unica “verità”, in Plebani, A., Diez, M. (ed.), La galassia fondamentalista tra jihad armato e partecipazione politica, Marsilio Editore, Venezia 2015: 26- 39 [http://hdl.handle.net/10807/93434]

Il fondamentalismo islamico: mille volti che guardano un’unica “verità”

Maggiolini, Paolo Maria Leo Cesare
Primo
2015

Abstract

Il termine “fondamentalismo”, nelle sue varie accezioni e utilizzi, sembra essere divenuto ormai un concetto a cui vengono associati i più vari e disparati punti di vista e sensibilità rispetto sia al rapporto tra il fedele e la dimensione cultuale che tra religione e politica. Unico elemento comune che generalmente guida e ispira, a nostro avviso erroneamente, questa operazione di associazione e definizione dall’esterno è la percezione che sia una certa intransigenza e inflessibilità la cifra che accumuna i soggetti inclusi in questa categoria. Ne consegue che l’adozione di questo prisma interpretativo tende frequentemente a fare del termine “fondamentalismo” un immaginario più che uno strumento valido di conoscenza. Tutto ciò porta a creare tipologie sempre più sfuggenti, lunghe catalogazioni e tabelle che cercano di fissare e inquadrare secondo vari attributi realtà assai differenti sulla base di un concetto che ormai appare alquanto “evanescente”. Da qui nasce insomma una sorta di paradosso che fa del termine “fondamentalismo” una categoria aperta, capace di abbracciare diverse esperienze socio-politiche e religiose nel tempo e nello spazio, ma che proprio per questo si dimostra analiticamente “debole” nel rendere ragione sia delle specifiche istanze portate avanti dai soggetti a cui tale definizione si applica sia del metodo da essi adottato nel dare risposta alle domande e alle necessità scaturite nel confronto con la quotidianità.
Italiano
La galassia fondamentalista tra jihad armato e partecipazione politica
9788831740050
Marsilio Editore
Maggiolini, P. M. L. C., Il fondamentalismo islamico: mille volti che guardano un’unica “verità”, in Plebani, A., Diez, M. (ed.), La galassia fondamentalista tra jihad armato e partecipazione politica, Marsilio Editore, Venezia 2015: 26- 39 [http://hdl.handle.net/10807/93434]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/93434
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact