Il mondo nuovo e la nuova virtù: il 'santo' della modernità