Il capitolo si concentra sul tema del meticciato. Due i profili emergenti: i giovani con un buon livello di integrazione culturale, politica e sociale e un gruppo di soggetti maturi, con tanta esperienza di vita, forte adesione all'Islam e disponibilità al dialogo e all'incontro. Rispetto al meticciato, l’adesione all'Islam non sembra costituire né un fattore ostacolante né facilitante: sono infatti “meticciati” sia coloro che paiono relativamente più lontani da una identificazione forte con i valori religiosi, sia coloro che sono al contrario integralmente fedeli. Nella generazione di mezzo prevale invece una migrazione strumentale, legata alle opportunità di lavoro: questo consente un buon livello di benessere personale, ma non apre a grandi forme di dialogo e di scambio. La ricerca ci ha anche in qualche modo mostrato la via per pensare e progettare interventi di sostegno al meticciato: la presenza di capitale sociale brindging appare infatti come risorsa importante, giacché il profilo di coloro che sono impegnati in realtà associate e si spendono in azioni di tipo solidaristico identifica anche soggetti dialoganti per i quali una ibridazione (meticciato) è già in qualche misura avvenuta

Bramanti, D., Meda, S. G., I differenti percorsi dei migranti musulmani: uomini e donne, prime e seconde generazioni verso possibili forme di meticciato, in Regalia, C., Giuliani, C., Meda, S. (ed.), La sfida del meticciato nella migrazione musulmana. Una ricerca sul territorio milanese, FrancoAngeli, Milano 2016: 94- 118 [http://hdl.handle.net/10807/85042]

I differenti percorsi dei migranti musulmani: uomini e donne, prime e seconde generazioni verso possibili forme di meticciato

Bramanti, Donatella
Primo
;
Meda, Stefania Giada
Secondo
2016

Abstract

Il capitolo si concentra sul tema del meticciato. Due i profili emergenti: i giovani con un buon livello di integrazione culturale, politica e sociale e un gruppo di soggetti maturi, con tanta esperienza di vita, forte adesione all'Islam e disponibilità al dialogo e all'incontro. Rispetto al meticciato, l’adesione all'Islam non sembra costituire né un fattore ostacolante né facilitante: sono infatti “meticciati” sia coloro che paiono relativamente più lontani da una identificazione forte con i valori religiosi, sia coloro che sono al contrario integralmente fedeli. Nella generazione di mezzo prevale invece una migrazione strumentale, legata alle opportunità di lavoro: questo consente un buon livello di benessere personale, ma non apre a grandi forme di dialogo e di scambio. La ricerca ci ha anche in qualche modo mostrato la via per pensare e progettare interventi di sostegno al meticciato: la presenza di capitale sociale brindging appare infatti come risorsa importante, giacché il profilo di coloro che sono impegnati in realtà associate e si spendono in azioni di tipo solidaristico identifica anche soggetti dialoganti per i quali una ibridazione (meticciato) è già in qualche misura avvenuta
Italiano
La sfida del meticciato nella migrazione musulmana. Una ricerca sul territorio milanese
9788891740793
FrancoAngeli
Bramanti, D., Meda, S. G., I differenti percorsi dei migranti musulmani: uomini e donne, prime e seconde generazioni verso possibili forme di meticciato, in Regalia, C., Giuliani, C., Meda, S. (ed.), La sfida del meticciato nella migrazione musulmana. Una ricerca sul territorio milanese, FrancoAngeli, Milano 2016: 94- 118 [http://hdl.handle.net/10807/85042]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/85042
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact