Negli ultimi anni si è formato un ampio consenso sul fatto che l’“imprenditorialità” – intesa in questo capitolo nell’accezione, caratteristica degli studi di economia industriale, di processo di entrata di nuove imprese in un dato mercato – sia un vettore fondamentale nell’introduzione e diffusione dell’innovazione e più in generale nel sostenere la crescita economica, (Koellinger e Thurik 2012). Tuttavia, a partire dal contributo di Baumol (1990), la letteratura riconosce come tra i nuovi imprenditori quelli “schumpeteriani” convivano con “replicanti” e imprenditori “per necessità”. I “replicanti”, lungi dall’introdurre innovazioni, confermano lo status-quo e sono spesso destinati al fallimento prematuro o alla permanenza in una dimensione sub-ottimale. Gli “imprenditori per necessità” sono coloro i quali non entrano in un settore guidati da opportunità di mercato e idee innovative, bensì dalla necessità di avere un reddito. Questa forma di imprenditorialità, particolarmente presente nelle fasi recessive, è spesso condannata ex-ante all’uscita dal mercato o ad assai deludenti performance nelle fasi successive all’entrata (post-entry). Uno degli obiettivi del presente lavoro è quello di prendere atto di questa eterogeneità nei profili imprenditoriali e di identificare il ruolo dell’imprenditorialità in relazione al processo di crescita economica (par. 1). Passando a un piano microeconomico, la trattazione procederà evidenziando le determinanti del processo di creazione di impresa (par. 2) e la relazione tra caratteristiche ex-ante dei fondatori e le performance post-entry in termini di probabilità di sopravvivenza e di tasso di crescita dell’impresa neonata (par. 3). Infine, nelle conclusioni si sintetizzerà la discussione condotta fino a quel momento e si articoleranno alcune implicazioni di politica economica.

Murtinu, S., Vivarelli, M., Imprenditorialità, performance post-entry e innovazione, in Paolazzi, L., Sylos Labini, M., Traù, F. (ed.), Gli imprenditori, Marsilio Editore, Roma 2016: 241- 262 [http://hdl.handle.net/10807/79245]

Imprenditorialità, performance post-entry e innovazione

Murtinu, Samuele
Primo
;
Vivarelli, Marco
Ultimo
2016

Abstract

Negli ultimi anni si è formato un ampio consenso sul fatto che l’“imprenditorialità” – intesa in questo capitolo nell’accezione, caratteristica degli studi di economia industriale, di processo di entrata di nuove imprese in un dato mercato – sia un vettore fondamentale nell’introduzione e diffusione dell’innovazione e più in generale nel sostenere la crescita economica, (Koellinger e Thurik 2012). Tuttavia, a partire dal contributo di Baumol (1990), la letteratura riconosce come tra i nuovi imprenditori quelli “schumpeteriani” convivano con “replicanti” e imprenditori “per necessità”. I “replicanti”, lungi dall’introdurre innovazioni, confermano lo status-quo e sono spesso destinati al fallimento prematuro o alla permanenza in una dimensione sub-ottimale. Gli “imprenditori per necessità” sono coloro i quali non entrano in un settore guidati da opportunità di mercato e idee innovative, bensì dalla necessità di avere un reddito. Questa forma di imprenditorialità, particolarmente presente nelle fasi recessive, è spesso condannata ex-ante all’uscita dal mercato o ad assai deludenti performance nelle fasi successive all’entrata (post-entry). Uno degli obiettivi del presente lavoro è quello di prendere atto di questa eterogeneità nei profili imprenditoriali e di identificare il ruolo dell’imprenditorialità in relazione al processo di crescita economica (par. 1). Passando a un piano microeconomico, la trattazione procederà evidenziando le determinanti del processo di creazione di impresa (par. 2) e la relazione tra caratteristiche ex-ante dei fondatori e le performance post-entry in termini di probabilità di sopravvivenza e di tasso di crescita dell’impresa neonata (par. 3). Infine, nelle conclusioni si sintetizzerà la discussione condotta fino a quel momento e si articoleranno alcune implicazioni di politica economica.
Italiano
Gli imprenditori
978-88-317-2486-9
Marsilio Editore
Murtinu, S., Vivarelli, M., Imprenditorialità, performance post-entry e innovazione, in Paolazzi, L., Sylos Labini, M., Traù, F. (ed.), Gli imprenditori, Marsilio Editore, Roma 2016: 241- 262 [http://hdl.handle.net/10807/79245]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/79245
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact