The increase in longevity recorded in the last decades in the developed countries represents one of the most important changes ever recorded from a demographical and social point of view. The continuous gain in life expectancy opens up new scenarios with marked impact on individual lives and on societies. Simultaneously, the decrease in fertility continues to raise the old age index (relation between old and young generations), which has risen steeply in Italy in the last decades. However, if on the one hand the demographical indicators unequivocally highlight these changes, on the other it is more and more clear that some of the parameters used to measure such changes are becoming outdated. In particular, in this research, we analyze the characteristics of those who are usually included among the old generations, the so called “seniors” (65-74 years old), with the aim of highlighting both the level of their activity and the interrelation with the social network and mutual help.

L’aumento della longevità registrato negli ultimi decenni nei Paesi sviluppati rappresenta uno dei cambiamenti più consistenti in corso sotto il profilo sia demografico che sociale. I continui guadagni della speranza di vita aprono nuovi scenari su cui ormai da tempo è puntata l’attenzione per le rilevanti ricadute sulle vite degli individui e sulle società. Parallelamente, la diminuzione della fecondità contribuisce ad innalzare l’indice di vecchiaia (rapporto anziani/giovani) il cui valore è salito in modo vertiginoso in Italia negli ultimi decenni. Tuttavia, se da un lato gli indicatori demografici evidenziano in modo inequivocabile questi cambiamenti, appare sempre più evidente come alcuni parametri utilizzati per misurare tali cambiamenti siano superati. In particolare, in questo lavoro, viene presentata un’analisi delle caratteristiche di coloro che vengono convenzionalmente inclusi tra gli anziani, i cosiddetti “senior” (65-74 anni), con l’obiettivo di evidenziare sia il livello di attività che di interscambio con la rete sociale.

Zanarotti, M. C., Rosina, A., TRASFORMAZIONI DEMOGRAFICHEE NUOVE FASI DELLA VITAUn’analisi della condizione attiva dopo i 65 anni, in Scabini, E., Rossi, G. (ed.), L’allungamento della vitaUna risorsa per la famiglia,un’opportunità per la società, Vita e Pensiero, Milano 2016: 59- 83 [http://hdl.handle.net/10807/79067]

TRASFORMAZIONI DEMOGRAFICHE E NUOVE FASI DELLA VITA Un’analisi della condizione attiva dopo i 65 anni

Zanarotti, Maria Chiara
Primo
;
Rosina, Alessandro
Ultimo
2016

Abstract

L’aumento della longevità registrato negli ultimi decenni nei Paesi sviluppati rappresenta uno dei cambiamenti più consistenti in corso sotto il profilo sia demografico che sociale. I continui guadagni della speranza di vita aprono nuovi scenari su cui ormai da tempo è puntata l’attenzione per le rilevanti ricadute sulle vite degli individui e sulle società. Parallelamente, la diminuzione della fecondità contribuisce ad innalzare l’indice di vecchiaia (rapporto anziani/giovani) il cui valore è salito in modo vertiginoso in Italia negli ultimi decenni. Tuttavia, se da un lato gli indicatori demografici evidenziano in modo inequivocabile questi cambiamenti, appare sempre più evidente come alcuni parametri utilizzati per misurare tali cambiamenti siano superati. In particolare, in questo lavoro, viene presentata un’analisi delle caratteristiche di coloro che vengono convenzionalmente inclusi tra gli anziani, i cosiddetti “senior” (65-74 anni), con l’obiettivo di evidenziare sia il livello di attività che di interscambio con la rete sociale.
Italiano
L’allungamento della vita Una risorsa per la famiglia, un’opportunità per la società
978-88-343-2965-8
Vita e Pensiero
Zanarotti, M. C., Rosina, A., TRASFORMAZIONI DEMOGRAFICHEE NUOVE FASI DELLA VITAUn’analisi della condizione attiva dopo i 65 anni, in Scabini, E., Rossi, G. (ed.), L’allungamento della vitaUna risorsa per la famiglia,un’opportunità per la società, Vita e Pensiero, Milano 2016: 59- 83 [http://hdl.handle.net/10807/79067]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Zanarotti-Rosina (2).pdf

non disponibili

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non specificato
Dimensione 1.66 MB
Formato Unknown
1.66 MB Unknown   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/79067
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact