Il cinema missionario si pone come oggetto in grado di intercettare le esigenze della Chiesa e i gusti del pubblico cui si rivolge. Il saggio sceglie di dimostrarlo attraverso il caso di "Fiamme" (1929), film realizzato dai missionari saveriani di Parma e che, rifacendosi all'immaginario del western, costruisce l'immagine di un religioso/sceriffo che prende le parti di un vlllaggio indiano.

Piredda, M. F., Cinema and Popular Preaching: the Italian Missionary Film and Fiamme, in Bayman, L., Rigoletto Sergi, R. S. (ed.), Popular Italian Cinema, Palgrave Macmillan, London 2013: 214- 225 [http://hdl.handle.net/10807/78785]

Cinema and Popular Preaching: the Italian Missionary Film and Fiamme

Piredda, Maria Francesca
Primo
2013

Abstract

Il cinema missionario si pone come oggetto in grado di intercettare le esigenze della Chiesa e i gusti del pubblico cui si rivolge. Il saggio sceglie di dimostrarlo attraverso il caso di "Fiamme" (1929), film realizzato dai missionari saveriani di Parma e che, rifacendosi all'immaginario del western, costruisce l'immagine di un religioso/sceriffo che prende le parti di un vlllaggio indiano.
Inglese
Popular Italian Cinema
978-0-230-30016-3
Palgrave Macmillan
Piredda, M. F., Cinema and Popular Preaching: the Italian Missionary Film and Fiamme, in Bayman, L., Rigoletto Sergi, R. S. (ed.), Popular Italian Cinema, Palgrave Macmillan, London 2013: 214- 225 [http://hdl.handle.net/10807/78785]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/78785
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact