Il Lucifero dantesco è costruito sulla base di due figure retoriche, l’antitesi e la parodia. Lucifero è antitetico in sé, a significare l’irrimediabile scissura interiore provocata dal peccato; ed è parodico rispetto a Dio, che si sforza di imitare senza riuscirvi. È parodico, non antitetico, come di solito si dice, rischiando in tal modo di attribuire a Dante una visione manichea, che pone sullo stesso piano, sia pure con segno valoriale opposto, Dio e Lucifero. Dante, facendo ricorso alla parodia, vuole invece segnalare, in una feconda simbiosi tra forme e contenuti, la secondarietà del male del male rispetto al bene, la sua impossibilità a esistere senza il bene: esattamente come la parodia non può darsi senza un parodiato che la precede e la fonda.

Frare, P., Forme del male. Antitesi e parodia nell'«Inferno», in Ballarini, B. M., Frasso, G., Spera, S. F., Baragetti, S. (ed.), Peccato, penitenza e santità nella «Commedia», Bulzoni Editore, ROMA -- ITA 2016: 81- 98 [http://hdl.handle.net/10807/77640]

Forme del male. Antitesi e parodia nell'«Inferno»

Frare, Pierantonio
2016

Abstract

Il Lucifero dantesco è costruito sulla base di due figure retoriche, l’antitesi e la parodia. Lucifero è antitetico in sé, a significare l’irrimediabile scissura interiore provocata dal peccato; ed è parodico rispetto a Dio, che si sforza di imitare senza riuscirvi. È parodico, non antitetico, come di solito si dice, rischiando in tal modo di attribuire a Dante una visione manichea, che pone sullo stesso piano, sia pure con segno valoriale opposto, Dio e Lucifero. Dante, facendo ricorso alla parodia, vuole invece segnalare, in una feconda simbiosi tra forme e contenuti, la secondarietà del male del male rispetto al bene, la sua impossibilità a esistere senza il bene: esattamente come la parodia non può darsi senza un parodiato che la precede e la fonda.
Italiano
Peccato, penitenza e santità nella «Commedia»
978-88-6897-031-4
Bulzoni Editore
Frare, P., Forme del male. Antitesi e parodia nell'«Inferno», in Ballarini, B. M., Frasso, G., Spera, S. F., Baragetti, S. (ed.), Peccato, penitenza e santità nella «Commedia», Bulzoni Editore, ROMA -- ITA 2016: 81- 98 [http://hdl.handle.net/10807/77640]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2016, Frare, Forme del male in Dante.pdf

non disponibili

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non specificato
Dimensione 489.67 kB
Formato Unknown
489.67 kB Unknown   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/77640
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact