Negli ultimi decenni il tema dell'eternità e della resurrezione dei morti sono entrati di prepotenza sulla scena della psicoanalisi e della terapia familiare: l'eternità con l'allungamento delle cure oltre i limiti dei tempi infiniti; la resurrezione con il fenomeno sempre più frequente del ritorno degli antenati fra i loro discendenti, sia nei loro sogni, sia attraverso le medesime malattie del corpo che colpiscono i viventi come un tempo avevano colpito gli antenati. La tesi del libro è che i defunti che ritornano non sono una proiezione del discendente sopravvissuto, ma una presenza autonoma che torna al fine di dire ciò che ha da dire; la ragione principale di questo viaggio è la rivendicazione, che prende avvio dall'inattenzione, dall'indifferenza, dalla noncuranza dei viventi per le onoranze funebri che i morti aspettano e pretendono. La cura non passerà quindi attraverso i sentimenti di vergogna e di colpa dei sopravvissuti, ma si costruirà sui loro atti d'amore e misericordia dimenticati - una preghiera, un fiore, una conversazione muta - capaci di estinguere i debiti contratti e di convincere gli antenati a restare in pace nell'aldilà. Il materiale della ricerca si basa sulla presentazione e discussione di conversazioni con i pazienti, ma anche su richiami alla tradizione poetica e teatrale classica, da Omero a Eschilo a Seneca. Il libro è inoltre arricchito da una preziosa introduzione di Vittorio Cigoli, che estende l'interesse del tema dell'eternità e della resurrezione dei morti alla ricerca clinica familiare, evidenziando la presenza di fattori comuni alla psicoanalisi e alla terapia familiare per la cura e la riappacificazione dei legami tra i viventi e le anime.

Cigoli, V., Spiriti e fantasmi in dialogo con i viventi, introduzione, in G. La, G. L. (ed.), Spettri sul divano. Il ritorno degli antenati in psicoanalisi, Franco Angeli, Milano 2015: 5- 20 [http://hdl.handle.net/10807/77356]

Spiriti e fantasmi in dialogo con i viventi, introduzione

Cigoli, Vittorio
Primo
2015

Abstract

Negli ultimi decenni il tema dell'eternità e della resurrezione dei morti sono entrati di prepotenza sulla scena della psicoanalisi e della terapia familiare: l'eternità con l'allungamento delle cure oltre i limiti dei tempi infiniti; la resurrezione con il fenomeno sempre più frequente del ritorno degli antenati fra i loro discendenti, sia nei loro sogni, sia attraverso le medesime malattie del corpo che colpiscono i viventi come un tempo avevano colpito gli antenati. La tesi del libro è che i defunti che ritornano non sono una proiezione del discendente sopravvissuto, ma una presenza autonoma che torna al fine di dire ciò che ha da dire; la ragione principale di questo viaggio è la rivendicazione, che prende avvio dall'inattenzione, dall'indifferenza, dalla noncuranza dei viventi per le onoranze funebri che i morti aspettano e pretendono. La cura non passerà quindi attraverso i sentimenti di vergogna e di colpa dei sopravvissuti, ma si costruirà sui loro atti d'amore e misericordia dimenticati - una preghiera, un fiore, una conversazione muta - capaci di estinguere i debiti contratti e di convincere gli antenati a restare in pace nell'aldilà. Il materiale della ricerca si basa sulla presentazione e discussione di conversazioni con i pazienti, ma anche su richiami alla tradizione poetica e teatrale classica, da Omero a Eschilo a Seneca. Il libro è inoltre arricchito da una preziosa introduzione di Vittorio Cigoli, che estende l'interesse del tema dell'eternità e della resurrezione dei morti alla ricerca clinica familiare, evidenziando la presenza di fattori comuni alla psicoanalisi e alla terapia familiare per la cura e la riappacificazione dei legami tra i viventi e le anime.
Italiano
Spettri sul divano. Il ritorno degli antenati in psicoanalisi
9788891726469
Franco Angeli
Cigoli, V., Spiriti e fantasmi in dialogo con i viventi, introduzione, in G. La, G. L. (ed.), Spettri sul divano. Il ritorno degli antenati in psicoanalisi, Franco Angeli, Milano 2015: 5- 20 [http://hdl.handle.net/10807/77356]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/77356
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact