Unstoppable growth, capitalist communism, human rights, megacities: these are the most debated issues when it comes to China. All right, but the Asian giant is not only this. Those who arrived in the former Celestial Empire must prepare to be asked «Are you going to poop or pee?» when they set foot in the public toilets, and not get upset if a director of the company sets about cutting his nails during a high-level meeting. Whether you are in China for business or pleasure, it can be useful to know why in the elevators the fourth floor is missing, why the person who invites you to the restaurant does not eat and why you should never give white flowers. Nazarena Fazzari, who has lived and worked in China for a long time, will talk about how to better understand the country of the dragon, and provide some tips to establish good relations with the Chinese, be it friendship or business negotiations. Starting from her own experience, she explains the much misunderstood China in its superstitions, daily life, in the complicated rules of etiquette at the table, in the Confucian heritage that regulate behavior in public, but also in the ways in which an ancient culture is expressed through the language and its characters. Through sharp eyes she often focuses on cultural exchange and communication difficulties, opening inroads on what at first glance may seem an indecipherable world.

Crescita inarrestabile, comunismo capitalistico, diritti umani, megalopoli: questi i temi più dibattuti quando si parla di Cina. Tutto giusto, ma il gigante asiatico non è solo questo. Chi approda nell’ex Celeste Impero deve prepararsi a sentirsi chiedere «Fai cacca o pipì?» quando mette piede nei bagni pubblici, e a non scomporsi se un direttore d’azienda si taglia le unghie durante una riunione ad alto livello. Che ci si trovi in Cina per lavoro o per piacere, può tornare utile sapere perché negli ascensori manca il quarto piano, perché chi vi invita al ristorante non mangia, perché non si devono mai regalare fiori bianchi. Nazarena Fazzari, che in Cina ha vissuto e lavorato a lungo, racconta come capire meglio il Paese del dragone e fornisce alcuni consigli per instaurare buoni rapporti con i cinesi, si tratti di amicizia o di trattative d’affari. Partendo dalla propria esperienza, spiega la tanto fraintesa Cina nelle sue superstizioni quotidiane, nelle complicate regole di bon ton a tavola, nei retaggi confuciani che regolano il comportamento in pubblico, ma anche nei modi in cui una cultura millenaria si esprime attraverso la lingua e i suoi caratteri. Con sguardo acuto e non di rado divertito si sofferma sul confronto culturale e sulle difficoltà di comunicazione, aprendo squarci su quello che al primo impatto può apparire un mondo indecifrabile.

Fazzari, N., Tre uomini fanno una tigre. Viaggio nella cultura e nella lingua cinese, Instar Libri, Torino 2014: 142 [http://hdl.handle.net/10807/76219]

Tre uomini fanno una tigre. Viaggio nella cultura e nella lingua cinese

Fazzari, Nazarena
Primo
2014

Abstract

Crescita inarrestabile, comunismo capitalistico, diritti umani, megalopoli: questi i temi più dibattuti quando si parla di Cina. Tutto giusto, ma il gigante asiatico non è solo questo. Chi approda nell’ex Celeste Impero deve prepararsi a sentirsi chiedere «Fai cacca o pipì?» quando mette piede nei bagni pubblici, e a non scomporsi se un direttore d’azienda si taglia le unghie durante una riunione ad alto livello. Che ci si trovi in Cina per lavoro o per piacere, può tornare utile sapere perché negli ascensori manca il quarto piano, perché chi vi invita al ristorante non mangia, perché non si devono mai regalare fiori bianchi. Nazarena Fazzari, che in Cina ha vissuto e lavorato a lungo, racconta come capire meglio il Paese del dragone e fornisce alcuni consigli per instaurare buoni rapporti con i cinesi, si tratti di amicizia o di trattative d’affari. Partendo dalla propria esperienza, spiega la tanto fraintesa Cina nelle sue superstizioni quotidiane, nelle complicate regole di bon ton a tavola, nei retaggi confuciani che regolano il comportamento in pubblico, ma anche nei modi in cui una cultura millenaria si esprime attraverso la lingua e i suoi caratteri. Con sguardo acuto e non di rado divertito si sofferma sul confronto culturale e sulle difficoltà di comunicazione, aprendo squarci su quello che al primo impatto può apparire un mondo indecifrabile.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Instar Libri
Fazzari, N., Tre uomini fanno una tigre. Viaggio nella cultura e nella lingua cinese, Instar Libri, Torino 2014: 142 [http://hdl.handle.net/10807/76219]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/76219
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact