L'immagine e l'ombra di Ambrogio nell'agiografia "italiana" dei secoli V-XI