La sociologia relazionale, o «teoria relazionale della società», formulata per la prima volta da Pierpaolo Donati negli anni ottanta del Novecento, definisce una «società» (ad esempio la famiglia, un’associazione, un’istituzione, la società globale) come insieme di relazioni sociali, che distinguono la forma e i contenuti di ogni «società» specifica. Questo Lessico è stato costruito con due obiettivi principali: mettere a tema i concetti cardine per una fondazione teorica della sociologia a partire dal riconoscimento del carattere originario della relazione sociale; enucleare i principi e gli strumenti metodologici coerenti con le premesse teoriche e necessari per operare analisi empiriche relazionali rispettose della differenziazione sociale. Le voci in esso contenute esemplificano le applicazioni empiriche per quanto riguarda differenti ambiti della vita sociale: dai processi culturali, alle dinamiche famigliari, alle politiche sociali, alla cittadinanza, al terzo settore, nel quadro di una morfogenesi societaria di cui la sociologia relazionale ha saputo cogliere aspetti innovativi cruciali, come l’emergenza del privato sociale, dei beni relazionali, della cittadinanza societaria.

Terenzi, P., Boccacin, L., Prandini, R. (eds.), Lessico della sociologia relazionale, Il Mulino, Bologna 2016: 407 [http://hdl.handle.net/10807/74753]

Lessico della sociologia relazionale

Boccacin, Lucia
Secondo
;
2016

Abstract

La sociologia relazionale, o «teoria relazionale della società», formulata per la prima volta da Pierpaolo Donati negli anni ottanta del Novecento, definisce una «società» (ad esempio la famiglia, un’associazione, un’istituzione, la società globale) come insieme di relazioni sociali, che distinguono la forma e i contenuti di ogni «società» specifica. Questo Lessico è stato costruito con due obiettivi principali: mettere a tema i concetti cardine per una fondazione teorica della sociologia a partire dal riconoscimento del carattere originario della relazione sociale; enucleare i principi e gli strumenti metodologici coerenti con le premesse teoriche e necessari per operare analisi empiriche relazionali rispettose della differenziazione sociale. Le voci in esso contenute esemplificano le applicazioni empiriche per quanto riguarda differenti ambiti della vita sociale: dai processi culturali, alle dinamiche famigliari, alle politiche sociali, alla cittadinanza, al terzo settore, nel quadro di una morfogenesi societaria di cui la sociologia relazionale ha saputo cogliere aspetti innovativi cruciali, come l’emergenza del privato sociale, dei beni relazionali, della cittadinanza societaria.
Italiano
9788815263896
Il Mulino
Terenzi, P., Boccacin, L., Prandini, R. (eds.), Lessico della sociologia relazionale, Il Mulino, Bologna 2016: 407 [http://hdl.handle.net/10807/74753]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/74753
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact