The tradition of votive offerings began as a grateful claim of a divine power irruption in human history. However, the bipolar diversity laying half way between God's heaven and the terrestrial world is perceived as the source of a dialogue through which the two extremes look for each other. The bond that is established is an aspirations to a Divine capable of being a companion full of mercy for the sufferer. Emerged from the frame of the flowering of medieval Christianity, the pattern of votive paintings is enhanced in the second post-Tridentine and Baroque wave, flowing as an underneath river until it reaches the religious metamorphosis of our contemporaneity.

La tradizione degli ex voto nasce come attestazione riconoscente di una irruzione della potenza del divino nella vicenda umana. Ma la diversità bipolare che pone uno di fronte all’altro il cielo di Dio e il mondo terrestre è percepita come la fonte di un dialogo attraverso cui i due estremi si cercano a vicenda. Il legame che si annoda è aspirazione a un divino capace di farsi compagnia piena di misericordia per l’uomo sofferente. Emerso nella cornice della fioritura della cristianità medievale, il modello degli ex voto dipinti si è potenziato nella seconda ondata post-tridentina e barocca, arrivando come un fiume sotterraneo fino a lambire la metamorfosi religiosa della nostra contemporaneità.

Zardin, D., La religiosità che parla attraverso gli ex voto, in De Carli Sciume', C. (ed.), I racconti dipinti degli ex voto. Il caso di Ossuccio tra storia, restauro e valorizzazione, Vita e Pensiero, Milano 2016: 35- 46 [http://hdl.handle.net/10807/72418]

La religiosità che parla attraverso gli ex voto

Zardin, Danilo
2016

Abstract

La tradizione degli ex voto nasce come attestazione riconoscente di una irruzione della potenza del divino nella vicenda umana. Ma la diversità bipolare che pone uno di fronte all’altro il cielo di Dio e il mondo terrestre è percepita come la fonte di un dialogo attraverso cui i due estremi si cercano a vicenda. Il legame che si annoda è aspirazione a un divino capace di farsi compagnia piena di misericordia per l’uomo sofferente. Emerso nella cornice della fioritura della cristianità medievale, il modello degli ex voto dipinti si è potenziato nella seconda ondata post-tridentina e barocca, arrivando come un fiume sotterraneo fino a lambire la metamorfosi religiosa della nostra contemporaneità.
Italiano
I racconti dipinti degli ex voto. Il caso di Ossuccio tra storia, restauro e valorizzazione
978-88-343-3116-3
Zardin, D., La religiosità che parla attraverso gli ex voto, in De Carli Sciume', C. (ed.), I racconti dipinti degli ex voto. Il caso di Ossuccio tra storia, restauro e valorizzazione, Vita e Pensiero, Milano 2016: 35- 46 [http://hdl.handle.net/10807/72418]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/72418
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact